Sopravvissuti in una cava abbandonata a Roma: sei cuccioli cercano casa

Un appello che arriva direttamente dalla capitale d’Italia. A Roma, sono stati trovati sei cuccioli, sopravvissuti in una cava abbandonata, adesso cercano casa. La richiesta d’adozione è rivolta a chiunque sia in grado e disposto a donare amore a questi bellissimi amici a quattro zampe. I cagnolini sono stati ribattezzati, cinque femmine e un solo maschietto, i loro nomi sono: Ginevra, Morgana, Isotta, Isadora, Costanza e Lancillotto; la loro mamma è una randagia che da generazioni vive nell’estrema campagna sud della provincia di Roma. I sei cuccioli, come la loro mamma, sono molto belli e come se non bastasse sono dotati di un’intelligenza sopra la media, per un cane. Il loro istinto di sopravvivenza, oltre ad una spiccata forza di volontà, li ha portati a sopravvivere, per mesi all’interno di una cava di pietra abbandonata.

I cuccioli, sono stati salvati da Giovanna Riccardelli, che insieme al suo gruppo Enpa dei Castelli Romani, è riuscita ha strapparli da una vita di stenti e fame. La donna, parlando delle condizioni degli animali, ha dichiarato: “Non avendo quasi per nulla avuto conoscenza diretta con gli umani nel periodo più importante per la loro socializzazione, mostrano, chi più chi meno, molta paura e disagio nell’approccio immediato con le persone, pur non essendo mai aggressivi”. Il gruppo Enpa adesso è alla ricerca di sei famiglie che possano prendersi cura di questi cuccioli e come ha espresso, Giovanna Riccardelli: “Anche altre associazioni di volontariato che abbiano degli educatori che possano lavorare su questi cani”.

La richiesta d’adozione: regaliamo a questi cuccioli una nuova vita

Come dichiarano i responsabili dellEnpa dei Castelli Romani: “L’ appello è rivolto a tutti coloro che vogliano sostenere questi cuccioli nel loro recupero, per garantirgli una vita felice“. I cuccioli, nonostante gli stenti ai quali sono stati costretti a sopravvivere, adesso sono in salute e cercano qualcuno che li ami; oggi hanno circa 10 mesi e appartengono alle taglie medie, ciò fa supporre che arriveranno intorno ai 22/25 Kg di peso. La Riccardelli specifica: ” Per loro servono persone empatiche che abbiano già avuto esperienza con i cani ma anche voglia e disponibilità ad attendere i loro tempi di adattamento, che potrebbero essere anche relativamente lunghi. Ancor meglio se in casa ci sono altri cani, equilibrati, strutturati e socievoli che possano dar loro il buon esempio”.

Per informazioni: potete chiamare il 366.25.22.013, scrivere una mail a [email protected] oppure via Whatsapp al numero 329.24.21.255.

Perché adottare un cane fa bene e ci emoziona

Tante lacrime, ma questa volta di gioia; è quello che è successo ad una donna. Una signora salva un cane che si trovava abbandonato per strada, ma reazione dell’animale è commovente. Accade negli Stati Uniti, una donna scorge sul ciglio della strada che stava percorrendo a bordo della sua auto, un cane di piccola taglia; l’animale era accovacciato tra i cespugli e intenerisce immediatamente la donna, che accosta la sua macchina per avvicinarsi al cane. Il cagnolino è apparso già dal primo sguardo denutrito e disidratato. Spinta da un forte spirito di compassione e seriamente preoccupata per la sorte dell’animale, la signora decide di salvarlo e lo fa salire sulla sua auto. Quello che accade dopo, lascerà tutti stupiti; i più scettici, ancora stentano a crederci, ma ciò che gli animali hanno nel loro cuore è spesso più grande di quello che spesso attraversa certo esseri umani.

LEGGI ANCHE: SENTE LAMENTI PROVENIRE DA UNO SCATOLONE IN STRADA: LA SCOPERTA E’ AGGHIACCIANTE

LA STORIA SCONVOLGENTE DI DIMITRI: PRIMA “SPEZZATO” POI CONOSCE L’AMORE

SALVA UN GATTO FERITO: QUELLO CHE FA L’ANIMALE DOPO E’ SORPRENDENTE

Commenti

comments