Amstaff: il “cugino” del Pitbull è aggressivo? Tutti i dettagli sulla razza

L’Amstaff è una razza che appartiene allo stesso ceppo dei Pitbull, a causa di alcune notizie di cronaca, si è diffusa l’idea che questo cane sia aggressivo, nei confronti degli esseri umani e degli altri animali. A questo punto è necessario fare delle importanti considerazioni, che possono chiarire la natura di questi cani e fornire dettagli specifici sulla razza. La prima domanda spontanea è: gli animali nascono aggressivi? La risposta, ovviamente è no. Anche se certamente, esistono alcune razze di certi esseri viventi che, per istinto di difesa o per natura, sono portati ad avere un atteggiamento più diffidente che in certi casi può risultare aggressivo agli occhi di chi osserva. L’Amstaff, appartiene a queste razze più diffidenti; il nome sta per American Staffordshire Terrier. La razza Amstaff è una razza molto simile al Pitbull, molto popolare sia in Europa che negli Stati Uniti: se nell’800 era selezionato per i combattimenti nelle arene, proprio insieme al Pitbull, nei decenni successivi, l’Amstaff venne però poi più curato esteticamente.

Nonostante il carattere dell’Amstaff sia più temperato e tranquillo rispetto al Pitbull, con quest’ultimo condivide la personalità combattiva e la forte aggressività se affidato alle mani sbagliate. La sua intelligenza e l’istinto nel riconoscere le intenzioni delle persone di fronte a cui si trovano lo rendono un buon cane da guardia: per via del suo corpo massiccio e muscoloso deve però sfogarsi con giochi come il frisbee o il riporto del bastone, per cui è sempre consigliabile tenerlo in zone all’aperto. Quindi a dispetto della credenza diffusa, non si tratta di un cane aggressivo, ma se allevato in maniera scorretta, può sfogare più di altri, il carattere irruento e rabbioso. La soluzione? Prendersene cura in maniera opportuna e rispettosa.

L’Amstaff protegge la sua famiglia per istinto

L’Amstaff è intelligentelealecoraggiosoaffettuosissimogrintoso ed estremamente forte. Adora oziare in casa, ma all’aperto diventa subito un simpatico e vivace giocherellone. Instaura un legame molto forte con il suo padrone ed è molto dolcesocievole e coccolone anche con gli altri membri della famiglia. Nonostante l’uso che se ne è fatto in origine, non è affatto un cane feroce o cattivo, ma al contrario è un fantastico cane adatto a stare in famiglia. Si impegna molto per far piacere e “divertire” il suo padrone, inoltre è pazientegentile e tollerante anche con i bambini. Ma, come con qualsiasi altro cane, occorre sempre vigilare, poiché spesso i bambini hanno un comportamento poco “rispettoso” verso i cani (o gli animali in genere). Viene definito dall’AKC come un cane dal coraggio proverbiale. Sarebbe infatti disposto a mettere in gioco la sua vita pur di proteggere il suo padrone o i membri della sua famiglia da un aggressore.

LEGGI ANCHE: CANE PRECIPITA DAL QUARTO PIANO: ORA IL PROPRIETARIO NON SI TROVA 

FRIGG E MARLEY, AMSTAFF UCCISI DALLO STATO: ICEBERG SARA’ LA PROSSIMA?

Commenti

comments