Il 4 ottobre è la Giornata Mondiale degli Animali

Il 4 ottobre, in ricorrenza della festa di San Francesco d’Assisi, in tutto il mondo si celebra la Giornata Mondiale degli Animali; l’evento è stata voluto per ricordare l’importanza degli animali per il pianeta e per la vita dell’uomo. Scegliere il 4 ottobre come data ufficiale, non è stato assolutamente un caso, infatti in questo giorno si celebra la ricorrenza dedicata a San Francesco d’Assisi: protettore degli animali. Il World Animal Day (WAD) fu istituito nel 1931 in Italia e inizialmente aveva lo scopo di salvaguardare le specie a rischio di estinzione. Successivamente questo evento si è trasformato in una giornata in onore di tutti gli animali del mondo e in un’opportunità di sensibilizzare le coscienze e l’opinione pubblica. Obiettivo principale della manifestazione è: celebrare la vita degli animali in tutte le sue forme; ovvero celebrare la relazione tra uomo e animali, riconoscere il ruolo che gli animali hanno nella vita di chi scegli di adottarli e soprattutto far sì che tutti gli animali che abitano il mondo, possano godere di maggior rispetto, cura e dignità.

In molte città italiane, già da diversi anni si svolge il rito di benedizione degli animali da parte dei vescovi locali. Ma la Giornata Mondiale degli Animali, è un evento che non si celebra solo in Italia, ma in tutto il mondo; esistono eventi, atti a celebrare questa ricorrenza, in molte città europee e di oltre oceano. Lo scorso anno infatti, nel 2017, alle Bermunda, la Bermuda Society for the Prevention of Cruelty ha organizzato un evento di beneficenza mirato alla sensibilizzazione delle persone al mondo animale, con attenzione particolare ai conigli. Gli organizzatori della manifestazione hanno voluto sottolineare soprattutto l’importanza di un approccio consapevole all’adozione di qualsiasi animale domestico. Un altro avvenimento interessante è relativo alla città di New York, dove per la benedizione degli animali nella Cattedrale di St. John the Divine, sono stato fatti entrare in chiesa mucche, cavalle e uccelli, per la “Messa Gaia”, detta anche “Messa della Terra”, per rendere omaggio alla bellezza del regno animale. Insomma un modo molto bello, per celebrare il rispetto verso le creature che ci circondano, esseri viventi come noi dotati della stessa capacità di provare sentimenti.

Commenti

comments