Una nuova creatura arriva dal mare: ecco di cosa si tratta [FOTO]

Gli scienziati hanno scoperto una nuova creatura che viene dal mare. Ecco di cosa si tratta

Il mondo della natura non smette mai di stupire. E viene da dire, meno male. Tra le tante specie a rischio di estinzione, arrivano anche notizie di nuove creature del tutto inaspettate: qualche tempo fa, infatti, un gruppo di scienziati ha avvistato in mare un animale che non era proprio un delfino e che non era abbastanza balene, ma sembrava che entrambi gli animali fossero mescolati insieme. Si è rivelato essere un raro ibrido.

La creatura è un ibrido

Gli scienziati, che fanno parte del Collettivo di ricerca di Cascadia, hanno stabilito che si tratta una specie di incrocio tra i delfini dai denti ruvidi e le balene dalla testa di melone al largo di Kauai, nelle Hawaii. “Le balene dalla testa di melone hanno una testa molto arrotondata, e i delfini dai denti ruvidi hanno un rostro molto lungo e leggermente inclinato – ha detto al sito The Dodo Robin Baird, uno dei ricercatori – L’ibrido che abbiamo trovato, invece, è una via di mezzo”.

Gli scienziati hanno fatto dei test

Desiderosi di capire cosa fosse questo animale, gli studiosi sono riusciti a prendere un campione. “L’abbiamo inviato al Southwest Fisheries Science Center di La Jolla – ha continuato – e sono stati in grado di confermare, sulla base della genetica, che si trattava di un ibrido”. Nonostante il loro nome, le balene dalla testa di melone appartengono alla famiglia dei delfini. “In cattività gli ibridi tra i delfini sono stati documentati abbastanza spesso – ha detto Baird – Se metti insieme due specie in una piscina e se la loro unica opportunità è di accoppiarsi, lo fanno. In natura, è molto meno frequente, ma evidentemente è successo”. Dai test genetici, gli scienziati hanno anche capito che il padre dell’ibrido era un delfino e che la mamma era una balena. Al momento, gli scienziati hanno solo le foto dell’ibrido balena-delfino, ma sperano di ottenere di più in futuro e sperano di ottenere presto un video, anche dai cittadini. Magari un filmato di qualche villeggiante…

Photo Credits Facebook

Commenti

comments