Tiene il gatto legato sul balcone: i vicini chiedono aiuto [FOTO]

Da diverso tempo una donna teneva il proprio gatto legato sul balcone di casa con un guinzaglio. I vicini non sono rimasti a guardare

Ha passato così ore, giorni. Le sue giornate erano lunghissime, asfissianti per il caldo insopportabile. Ma lui non poteva muoversi, legato com’era a quel guinzaglio corto alla ringhiera del balconcino. Ora, però, grazie ai vicini, il gatto è stato liberato. È successo a Roma, in una palazzina di via Giuseppe Palombini, in zona Boccea. I dirimpettai, infatti, stanchi di assistere a questo triste spettacolo, hanno deciso di chiamare le guardie zoofile dell’Oipa (Organizzazione internazionale protezione animali), inviando alcune foto del povero micio all’associazione.

Il gatto è stato salvato

La Onlus, a sua volta, ha girato la segnalazione alla Procura di Roma, che ha aperto un fascicolo per abbandono di animali. Infatti, come sappiamo, lasciare il proprio animale solo su un balcone, e per di più in estate inoltrata, è un reato. L’articolo 727 del codice di penale prevede infatti che chi compie queste azioni venga punito con l’arresto fino a un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro. Ed è proprio sulla base di questa ipotesi di reato che, come scrive il quotidiano Il Tempo, il pubblico ministero Carlo Villani ha ordinato di sequestrare il gatto.

La donna lo legava perché non scappasse

Ma quando gli agenti della polizia locale e le guardie zoofile hanno bussato alla porta, la proprietaria non era in casa. E il suo povero micio, ovviamente, era chiuso fuori, sul balcone. Quando è tornata, dopo circa 3 ore, quest’ultima si è giustificata dicendo che era stata costretta a legarlo perché scappava sempre. “Se è questo il problema, come mai allora non lo tiene dentro casa? – ha detto poi vicino – Forse teme che graffi la tappezzeria o semini il pelo ovunque. Ma allora perché prendere un gatto se non si è disposti a venire incontro alla sua natura?”. Ora il gattino, che ha circa un anno, è stato affidato alla Muratella. Sperando che venga presto dichiarato adottabile.

Photo Credits Facebook

Commenti

comments