Cane maltrattato durante un film, un noto attore si indigna

Sul set di un film, in Cina, un cane è stato fatto quasi affogare per girare una scena. Dai social arriva la segnalazione all’attore protagonista, che risponde molto turbato al video

Un cane gettato in acqua in una gabbia e poi recuperato: una scena girata parecchie volte, per quasi due ore consecutive. Senza che nessuno pensasse a quello che stava vivendo quel povero peloso, sempre al limite dell’annegamento. Lo hanno notato alcuni fan dell’attore Matthew Morrison, cantante e interprete noto per la serie Glee e Grey’s Anatomy, e ora protagonista di questa pellicola girata in Cina, intitolata Crazy Alien. Sulla bacheca social della star si sono moltiplicate segnalazioni e non è tardata la sua reazione.

Per il cane tutta l’indignazione dell’attore Matthew Morrison

“Sono stato appena messo al corrente e ho visto il video dal set del film in cui ho lavorato in Cina. Il mio cuore è distrutto dal vedere animali trattati in quella maniera. Fossi stato sul set in quel momento o fossi stato al corrente di tutto questo, avrei fatto di tutto per fermarlo. Ho già chiamato i produttori per esprimere la mia indignazione”. Con queste parole, Matthew Morrison ha commentato l’evento, ringraziando anche i seguaci che glielo hanno fatto notare.

A Hollywood si sono fatti passi in avanti, ma…

Non è purtroppo una novità, né tantomeno un caso isolato. Sui set dei film, ancora troppo spesso i nostri amici a quattro zampe vengono trattati in modo superficiale e poco rispettoso. Se a Hollywood la tendenza sta per fortuna calando in modo significativo, grazie alle vigorose proteste degli enti che proteggono gli animali, nel resto del mondo non si sono fatti passi in avanti degni di nota ed è davvero inaccettabile.

Photo Credits Facebook

Commenti

comments