Ritrovata una valigia sospetta: quello che contiene è sconvolgente

Una strana valigia è stata ritrovata nei pressi di un canale nella città di Viareggio: incuriositi dalla sua presenza i militari hanno deciso di aprirla per scoprire che al suo interno conteneva la carcassa di un animale morto da tempo. 

É stata avvistata una particolare valigia che galleggiava a pelo d’acqua: incuriositi dalla sua presenza i militari hanno avvicinato l’oggetto e si sono resi conto che da questo proveniva un cattivo odore. Decisi di andare a fondo nella vicenda hanno così aperto il bagaglio per scoprire che al suo interno era stata nascosta una carcassa di un animale.

Il corpo ormai in decomposizione era di un cane ed era stato riposto prima in un sacco nero e poi chiuso in una valigia per poi disfarsene in questo modo terribile. I militari hanno identificato il povero animale tramite il microchip sottopelle e sono riusciti a risalire anche alla sua proprietaria. Si tratta di una signora residente in Svizzera che è stata subito rintracciata dalle autorità.

Interrogata sulla questione la donna ha spiegato che il cane era deceduto per cause naturali dopo di chè lei lo aveva messo nel sacco e poi nella valigia: il tutto era stato consegnato ad un rigattiere che aveva il compito di seppellire il quattro zampe. Ovviamente le cose non sono andate così e (a detta della proprietaria) il corpo senza vita del cane è inspiegabilmente è finito in mare. Dopo aver accertato che il cane è realmente deceduto per cause naturali, le autorità hanno provveduto a sanzionare la signora per non aver provveduto ad un corretto smaltimento della carcassa: per tale violazione dovrà pagare una sanzione soggetta ad una sanzione amministrativa `salata´, che parte da 10.000 euro e può arrivare a 70.000 euro.

Photo Credits Facebook