Sente un rumore nella sua auto, poi l’incredibile scoperta [FOTO]

Un giovane ambientalista stava andando al lavoro quando ha sentito uno strano rumore provenire dalla sua auto. Ecco cosa era

Sembrava un giorno come tutti gli altri per David Steen, un giovane ambientalista del Georgia Sea Turtle Center. Come ogni mattina si era alzato molto presto e aveva preso l’auto per raggiungere la struttura. Fuori non era ancora sorto il sole quando a un tratto, David, ha sentito un rumore provenire dalla sua auto e poi ha visto qualcosa di verde aggrappato al finestrino. Subito il ragazzo, esperto di fauna selvatica, ha capito di cosa si trattava: una piccolissima rana scoiattolo che correva un serio pericolo.

Una rana rischiava di morire

“Ho notato una piccola rana di scoiattolo appesa fuori dal vetro – ha scritto Steen su Twitter – così ho abbassato il vetro e l’ho fatta entrare in macchina, per farla rilassare e riprendere dallo spavento“. Subito, il piccolo anfibio si è appollaiato per un po’ sul cruscotto, dove Steen poteva tenerlo d’occhio, finché non sono arrivati sul posto di lavoro dell’ambientalista. “Poiché sono un biologo della conservazione – ha continuato – di solito sono concentrato sul lavoro per proteggere gli animali selvatici, ma penso anche che sia importante mostrare empatia e compassione per gli animali che vivono vicino a noi”.

La piccola è stata con lui in ufficio tutto il giorno

Così, dopo essere arrivato al lavoro, l’uomo ha deciso di mettere la piccola rana in un sacchetto di plastica con un tovagliolo di carta umido e l’ha tenuta con sé sulla scrivania tutto il giorno. Poi, quando è arrivata l’ora di tornare a casa, ha preso la rana, l’ha adagiata sul sedile del passeggero (allacciandole addirittura la cintura per tenerla al sicuro) e ha deciso di accompagnarla là dove la piccola era salita a bordo. Infatti, una volta arrivato a destinazione, Steen ha trovato un albero sicuro per la rana scoiattolo e l’ha liberata. Di certo l’animaletto ci penserà due volte ora prima di aggrapparsi a un finestrino.

Photo Credits Facebook

Commenti

comments