Abbandona il cane in autostrada: il web si mobilita e lo rintraccia

Aveva deciso di adottare il cane in Francia per poi portarlo con sé in Italia ma durante il tragitto cambia idea e lo abbandona in autostrada: il chip lo identifica e il web lo ritrova.

Sempre più spesso ci si trova davanti a poveri cani abbandonati in autostrada da proprietari che, non sapendo come disfarsene, decidono di condannare gli animali ad una morte quasi certa. Non è quasi mai possibile risalire all’autore del brutale gesto poichè sono molto abili a far perdere le loro tracce. Fortunatamente non è stato così per questo collie abbandonato sulla A26 dal proprietario che ha cambiato idea nel tragitto verso casa.

Il cane è stato acquistato in Francia e doveva essere trasportato fino in Sicilia dove l’uomo abita ma lui ha deciso di non portarlo più con lui e lo ha abbandonato in autostrada nei pressi di Alessandria. Il collie è stato avvistato da un automobilista che ha allertato immediatamente le autorità affinché prelevassero l’animale prima che potesse essere ferito dalle auto in corsa.

Nonostante al cane fosse stato impiantato il microchip, gli agenti sono riusciti a scoprire solo che non era stato adottato in Italia e che per questo era molto più difficile risalire al responsabile del gesto. Tuttavia sul web è partita una vera e propria caccia all’uomo e si è potuti risalire all’allevamente in Francia che aveva venduto il cane. L’allevatore è subito venuto in Italia per riprendersi il cane e riportarlo in salvo: il suo aiuto ha permesso inoltre di identificare il proprietario del cane che aveva deciso di abbandonarlo in autostrada. “La sensazione di alcuni volontari che conoscono bene il francese è che il cane sia stato usato come gesto di ripicca fra i due uomini di circa trent’anni l’aspetto positivo, oltre alla sensibilità dimostrata da tante persone, è che l’allevatore sia venuto fin qui per riprendersi il cane”, ha spiegato la presidente dell’Enpa.

Photo Credits Facebook

 

Commenti

comments