Il cane della first lady rischia di annegare, ma l’agente non si tuffa. Ecco cosa accade dopo

Le aveva chiesto di salvare il suo cane che rischiava di affogare in un laghetto, ma l’agente di sicurezza si è rifiutata. Ecco cosa è successo dopo

Marcela Temer è la giovane e bellissima first lady del Brasile. Nonché una grande amante dei cani. Tanto che, solo qualche giorno fa, è stata protagonista di un salvataggio incredibile. Ma andiamo con ordine. È il 22 aprile scorso quando Marcela decide di portare a spasso nei giardini del Palacio de la Alvorada, la residenza ufficiale del presidente brasiliano, il suo Picoly, un Jack Russell che fa parte della famiglia dal 2016. Ovviamente la donna e il cane non sono soli, con loro c’è anche l’immancabile agente di sicurezza addetto alla sua scorta personale. Anzi, l’addetta, perché si tratta di una donna.

Il cane entra nel laghetto

A un certo punto, il cane si tuffa nel laghetto della residenza e, arrivato in mezzo, non riesce più a tornare a riva. A quel punto la signora Temer chiede (o forse ordina) all’agente di seguirlo in acqua per andare a riprenderlo. Ma lei si rifiuta. Ed è così che la first lady non perde altro tempo e senza pensarci due volte, si butta in acqua per salvare il suo amato cagnolino. Fortunatamente tutto è bene quel che finisce bene, almeno per l’animale e la sua proprietaria. Meno felice la sorte della guardia del corpo che è stata rimossa dalle sue funzioni per aver “messo a rischio l’integrità fisica della First Lady”. A quanto pare l’agente è stata trasferita in un altro ufficio del Gabinetto di sicurezza. Di certo per la Temer e i suoi cuccioli è meglio così.

Photo Credits Facebook

Commenti

comments