Due cani abbandonati trovano un modo incredibile per superare la solitudine

Due cani, abbandonati in un rifugio dai rispettivi proprietari, stringono una grande amicizia diventando inseparabili. Ora hanno nuova casa, insieme

Una storia di bellissima amicizia… canina. Una storia di abbandono, di insensibilità umana, ma con il lieto fine. Due cani vivono nelle loro rispettive case come tanti altri cani fino a quando i loro proprietari decidono, i motivi non si conoscono, che non li vogliono più, che è tempo di mandarli via.

Abbandonati nello stesso rifugio

Entrambi li portano nello stesso rifugio, gestito da un’associazione di volontari amanti degli animali, l’Animal Rescue League dello Iowa, negli Stati Uniti. Li lasciano lì, la vita dei due quattro zampe cambia radicalmente in un attimo: da una casa confortevole a una fredda gabbia di un canile. Sono circondanti da tantissime attenzioni, dalla cura amorevoli di uomini e donne che dedicano parte del proprio tempo a star loro vicino, a curarli, a giocarci, a farli sentire amati. I due cani, di razza e stazza molto diverse, si affezionano l’uno all’altro e i volontari del centro ogni volta che vanno da loro li trovano accoccolati, stretti stretti l’uno vicino all’altro. Come se si dessero reciproco conforto per quella nuova e straziante situazione.

Tra loro nasce una grande amicizia

Insieme combattono la loro solitudine e il fatto di non poter stare più con le persone che avevano così tanto amate. Ora non rimaneva che cercare loro una nuova casa, i responsabili del rifugio decidono che devono trovare una sola famiglia per entrambi. Non è giusto separarli. Sui social vengono diffuse le foto della “nuova coppia” e la risposta della gente della Rete è stata incredibile. Fino al giorno in cui si presenta una famiglia, innamoratasi già di loro, che accetta di prenderli insieme con la certezza che non li avrebbero mai separati né abbandonati. Quelle due povere bestiole, dopo aver sofferto così tanto a aver trovato conforto l’uno nell’altro, si meritano una vita piena di amore.

Photo Credits Facebook

Commenti

comments