Carlino femmina usata come fattrice non può più avere cuccioli: la gettano da un’auto in corsa

Una cagnolina di razza Carlino è stata usata come fattrice in un allevamento intensivo. Quando si sono accorti che non poteva più fare cuccioli è stata gettata via da un’auto in corsa

Carlino femmina usata come fattrice non può più avere cuccioli: la gettano da un’auto in corsa

Solo qualche tempo fa, un ragazzo che stava camminando per la strada a Middlesex, in Inghilterra, vide qualcuno aprire il finestrino di un furgone ancora in movimento e gettare via un fagottino nero che piangeva dalla paura e dal dolore. Inorridito, il giovane si è precipitato verso l’animale e solo allora ha capito che si trattava di un cane, un Carlino per la precisione. L’animale era molto malmesso e così il soccorritore ha deciso di portarlo da un veterinario e poi di contattare immediatament la RSPCA (Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals) per cercare di trovare i responsabili di quel gesto folle.

Il Carlino era una fattrice

Una volta visitata, il medico cercò di capire cosa avesse ridotto quel cane, che era una femmina adulta ma ancora giocane, in quel modo: era incredibilmente magra, con macchie di pelo mancanti. Soprattutto era spaventata e non solo per il volo giù dal veicolo in corsa. “Era ferita a livello psicologico, si vedeva la tristezza nei suoi occhi – ha detto poi Liz Wood, vice direttore del Millbrook Animal Center della RSPCA – Dio sa cosa aveva passato per la maggior parte della sua piccola vita”. La cagnolina, infatti, era stata utilizzata in un allevamento come fattrice e, quando non era più stata in grado di mettere al mondo cuccioli da vendere, è stata gettata via.

Un nuovo nome e un’altra vita

Fortuna ha voluto, che almeno nella sua seconda parte di vita, la povera anima abbia incontrato la persona giusta: la Wood, infatti, ha deciso di prenderla in affido temporaneo, perché darle una vera casa era l’unico modo per farla stare meglio. L’ha chiamata Peggy e ha cercato di riempirla d’amore. E se in un primo momento era schiva e nervosa, grazie anche all’altro cane della donna, Peggy ha imparato a fidarsi ancora una volta degli esseri umani. “Stiamo iniziando a vedere il suo lato sfacciato ora – ha concluso la Wood – Abbaia quando vuole del cibo e fa dei buffi grugniti quando è contenta di vederti: tutto il suo corpo si agita, è adorabile”. Appena starà meglio, verrà cercata per lei una vera famiglia, anche se non è escluso che la Wood decida di tenerla con sé…

Photo Credits Facebook