Adotta un cane anziano: poi scopre una cosa che non credeva possibile

Una giovane donna ha deciso di dare una possibilità a un cane anziano. Poi ha fatto una scoperta incredibile sull’animale

Nicole Renae è cresciuta sola, senza fratelli o sorelle. E, per questo, si è spesso sentita sola nella sua infanzia. Tutto è cambiato quando ha compiuto 10 anni, per il suo compleanno la nonna di Nicole la sorprese con un adorabile cagnolina grigia che lei chiamò Chloe. Le due erano inseparabili e la solitudine per la bimba era solo un ricordo. “Lei era la mia migliore amica”, ha poi raccontato la ragazza al sito The Dodo. Insieme, Nicole e Chloe hanno passato quattro anni fantastici.

Una separazione forzata

Quando Nicole aveva 14 anni, infatti, suo padre ha iniziato a lavorare da casa e non ha più potuto tenere il cane con loro. “Gli è stato detto che non potevamo avere animali domestici – ha continuato Nicole – E io che ero solo una bambina non ho potuto fare niente per evitarlo, anche se per me era straziante, perché non volevo liberarmi del mio cane”. Così, senza tante discussioni, i genitori di Nicole portarono Chloe a un’associazione locale che si occupa di animali senza casa. Erano convinti che presto la piccola 4 zampe avrebbe trovato una nuova casa, anche se dire addio non era affatto semplice, soprattutto per Nicole. “Sono stata così male, pensavo che non l’avrei mai più vista”.

Una volta cresciuta, voleva un cane anziano

Gli anni passavano e sebbene Chloe non fosse più nella sua vita, non ha mai lasciato il cuore di Nicole: “Ho sempre pensato a lei, una volta ho anche chiamato il rifugio per cercare di scoprire cosa le fosse successo, ma non potevano dirmi niente”. Poi Nicole è diventata una donna, si è sposata e ha avuto un figlio. Ma sentiva che gli qualcosa ancora le mancava. Così ha deciso di adottare un cane, anche perché era convinta che avrebbe fatto bene anche a sua figlia. Inizialmente, infatti, aveva pensato di adottare un cucciolo, fino a quando non ha trovato un post su Facebook su un cane anziano che necessitava di una nuova casa. “Ho visto la foto del cane e ho pensato, ‘Quel cane mi sembra familiare’. Poi ho letto il nome e ho visto che si chiamava Chloe. Pensavo che fosse una coincidenza, ma ho deciso che doveva essere lei”.

Un incontro decisivo

Quando ha incontrato il suo “nuovo” cane, Nicole è stata colpita da una sensazione inquietante. “Chloe è corsa subito verso di me e ha iniziato a leccarmi la faccia – ha affermato – e ho capito. Non avrei mai pensato di rivedere il mio cane, ma sapevo che era davvero lei”. A conferma di ciò la corrispondenza del microchip. Chloe, infatti, dopo di loro era stata adottata da una coppia di anziani. Poi i suoi proprietari erano morti e lei era tornata in canile. La cagnolina era anche stata data in pre affido a un’altra famiglia, ma poi non l’avevano saputa tenere al meglio e i volontari se l’erano ripresa. Ma ora tutto questo fa parte del passato perché Chloe è finalmente nella sua casa con la sua vera amica umana, Nicole.

Photo Credits Facebook

Commenti

comments