Il cane Leo come Hachiko: il proprietario è in ospedale e lui lo aspetta all’entrata

Per giorni e senza mai spostarsi, il cucciolone ha aspettato il proprietario davanti l’ospedale dove l’uomo era stato ricoverato

Leo ha 10 anni, è un bel meticcio di colore fulvo e per giorni ha stazionato davanti le porte automatiche dell’ospedale di Tolmezzo, in provincia di Udine, il centro più importante della Carnia. Leo non ha dato fastidio a nessuno, si è acciambellato sullo zerbino dell’ingresso e, nonostante il freddo, non si è più mosso di lì. Guardava le persone entrare e uscire dalla struttura senza mostrare particolari segnali di disagio, non chiedeva acqua né qualcosa da mangiare, aveva semplicemente deciso di rimanere in quel posto.

Il proprietario era ricoverato

L’unica nota stonata, uno sguardo languido che ti faceva venire voglia di coprirlo di carezze. Ma come mai il cane aveva scelto proprio quel posto? In molti si sono chiesti il perché di quella presenza, anche Carlo Petris, che incuriosito ha fotografato l’anzianotto quadrupede e postato le immagini su Facebook, corredandole con un breve commento: “Anche l’ospedale di Tolmezzo ha il suo Haki all’ingresso”, facendo riferimento al film del 2009 Hachiko – Il tuo migliore amico, pellicola che raccontava della speciale amicizia tra un cane e il suo proprietario, interpretato da Richard Gere. Centinaia i commenti, le condivisioni e le reazioni al post.

In tanti si sono preoccupati

Tutti amanti degli animali che, preoccupati per le sorti del cucciolone, hanno deciso di dare una mano, cercando di trovargli una sistemazione temporanea o portando all’infreddolito cane qualcosa di caldo da mangiare. Il tam tam sui social è stato frenetico e per giorni in città si è molto parlato anche di Leo, tanto che alla fine qualcuno lo ha pure riconosciuto. Si trattava del cane di un pensionato, che ha avuto un problema di salute e che è stato ricoverato per qualche giorno. I due, hanno detto i cittadini più “social” di Tolmezzo, da anni sono inseparabili e per strada passeggiano spesso uno accanto all’altro. E così come era apparso, Leo è sparito. Questa volta in compagnia del suo umano, che è stato dimesso dall’ospedale. Come vecchi amici, cane e umano sono tornati a casa insieme.

Photo Credits Facebook

Commenti

comments