Volpe impiccata a un cassonetto: “Oltraggio ai valori del Natale”

Una volpe è stata trovata impiccata al cassonetto della spazzatura a Civitavecchia proprio alla Vigilia di Natale. La denuncia di Rinaldo Sidoli

Una volpe è stata impiccata alla Vigilia di Natale a un cassonetto della spazzatura. Non è la prima volta che accade e purtroppo non sarà l’ultima. Di recente, però, sevizie nei confronti degli animali si verificano sempre più spesso e un po’ in tutta Italia. Domenica è toccato a uno splendido esemplare di volpe, qualche giorno fa una sorte simile era capitata a un lupo. Alcune volte si tratta di ripicche da parte di pastori, a cui gli animali feriscono o uccidono le bestie, altre volte si tratta di semplici bravate, magari messe in atto da adolescenti tanto annoiati quanto ignoranti. L’unica cosa certa è che la cattiveria dell’uomo verso gli animali è sempre più diffusa e il fenomeno è preoccupante.

La volpe uccisa senza motivo

Questa volta la sevizia è accaduta a Civitavecchia, in via Terme Di Traiano ed è stata riportata sul profilo Facebook di Rinaldo Sidoli, responsabile centro studi Movimento Animalista e promotore della campagna Salva il Lupo, che dopo aver descritto l’episodio con tanto di foto ha scritto: “Questo rifiuto dell’umanità ha cenato insieme alla sua famiglia oltraggiando i valori del Natale, che è una rinascita interiore al rispetto della sacralità della vita“. Lo scatto è tremendo e si vede una bella volte appesa con un laccio alla maniglia che serve ai camion per sollevare i cassonetti per poi svuotarli nel tritarifiuti.

Era in cerca di cibo

Il post ha avuto più di 4mila reazioni e tantissimi commenti. Tutti di condanna, ovviamente, ma c’è anche qualcuno che si è attivato per cercare di individuare il colpevole: “È accaduto nella mia città, nella mia via, a 100 metri da dove abito. Ho già sentito chi di dovere”. E c’è qualcuno che si spinge oltre, che pensa alla volpe come a una tenera mamma: “Era in cerca di cibo per i suoi piccoli e qualche bastardo maledetto gli ha dato la morte uccidendo anche i suoi cuccioli. Chi ha fatto questo nella vita non merita nulla perché è peggio di una bestia”.

Photo Credits Facebook