Isabella Flores è tornata a casa: la volontaria è salva grazie all’amore per i cani

Dopo un disperato appello lasciato sul social Facebook, molti avevano temuto il peggio per Isabella Flores, la volontaria bresciana. Ma ora è tornata a casa

Isabella Flores è tornata a casa: la volontaria è salva grazie all’amore per i cani

Nella giornata di ieri su diversi gruppi animalisti di Facebook è comparso un appello di alcune persone cercavano di ritrovare Isabella Flores, volontaria bresciana, grande amante degli animali che in un momento di crisi personale aveva scritto un ultimo post drammatico sul suo profilo e poi era sparita nel nulla. La donna si sentiva sopraffatta dalle responsabilità e come hanno dichiarato le persone che la conoscevano bene, preoccupata di non riuscire a gestire le anime di cui ogni giorno aveva scelto di prendersi cura. Insomma, era stata lasciata sola e si sentiva in trappola.

Isabella Flors è salva

In quello che era sembrato a tutti un messaggio d’addio pubblicati ieri alle 7.41 del mattino, aveva chiesto di non dimenticare i suoi animali, citandoli per nome e descrivendone le caratteristiche. Era come se si sentisse in colpa per aver illuso quei cani sfortunati con la promessa di una vita migliore che non riusciva a dar loro. Ma poi, fortunatamente, Isabella è tornata a casa.

Non lasciamola sola

Come ha scritto sul social di Zuckerberg una sua amica: “Isabella ha raccontato che stava andando ad uccidersi, era determinata, ma ha deciso di passare fuori dal canile per vedere un’ultima volta i suoi cani. Da fuori ha visto Titina, la più piccola al freddo e ha pensato che doveva portarle una coperta”. Così è tornata a casa dove ha trovato un’amica, che l’ha convinta a rimanere con lei. La volontaria era molto confusa, forse stordita dal freddo e dalla fame. Poi sono arrivate anche le forze dell’ordine e i familiari e l’allarme per fortuna è rientrato. Ma il problema della gestione di quei cani per Isabella rimane, così come rimane invariato per tanti volontari che ogni giorno si occupano degli animali più sfortunati e che troppo spesso si sentono lasciati soli dallo Stato in primis. Situazioni che vanno denunciate sempre, prima che sia troppo tardi.

Photo Credits Facebook