PetTag per i cani e gatti sono ancora più social

Dopo il fantomatico hashtag e il mention, nasce in Italia il PetTag, la prima funzione al mondo che permette di taggare animali domestici online

Di BePuppy, il primo social network italiano interamente dedicato agli animali vi abbiamo già parlato diverse volte. Ma ora c’è una novità: parliamo di PetTag, una funzione che rivoluziona il concetto di condivisione sui social network e permette agli amanti degli animali domestici di condividere la vita dei propri cuccioli di casa in modo originale, ancora più facile e, soprattutto, più veloce.

PetTag, ecco come funziona

In sostanza, il PetTag (che poi si scrive +PetTag) permette di taggare gli amici a 4 zampe all’interno del social BePuppy, grazie all’utilizzo di username dedicati. La piattaforma, infatti, permette infatti di assegnare in fase di registrazione del pet un indirizzo web univoco, come ad esempio “bepuppy.com/+fido”. Digitando il segno “+” seguito dal nome del peloso si potrà così taggare il proprio animale domestico, esattamente come avviene quando tagghiamo un nostro amico con la “@”, ma con sostanziali differenze rispetto a quanto accade su altre piattaforme.

Utile con gli animali smarriti

A differenza di #hashtag e @mention, il +PetTag permette di gestire velocemente i contenuti e di comunicare con il proprietario di un animale domestico a distanza, ad esempio durante le sue assenze o in caso di affidi a distanza. Uno dei possibili campi d’applicazione, riguarda ad esempio la ricerca di animali smarriti: usando il +PetTag unito al servizio di Alert, chiunque potrà comunicare avvistamenti o contattare la famiglia del pet in difficoltà.

Con i pet sitter

Allo stesso modo, potrà essere utilizzato dai pet sitter e altre strutture pet-friendly per tranquillizzare i proprietari più apprensivi durante le loro assenze. Ad esempio taggando il loro animale domestico in una foto scattata durante una passeggiata al parco. Insomma, i modi sono tanti e vale la pena di provarli. Soprattutto se i vostri amici a 4 zampe sono “tipi” social…

Photo Credits Facebook

Commenti

comments