Cygnus e Arcturus, gatti da record, scomparsi nel nulla: dopo un incendio non si trovano più

È passato più di un mese da quando Cygnus e Arcturus, due gatti da record, sono spariti. La loro casa è stata devastata da un incendio e loro sono scomparsi

Cygnus e Arcturus, gatti da record, scomparsi nel nulla: dopo un incendio non si trovano più

Un incendio ha devastato la loro casa e, da allora, Cygnus e Arcturus non si trovano più. Questi due splendidi gattoni da record sono letteralmente spariti nel nulla e la vicenda ha assunto i contorni di un vero e proprio mistero. Era il 12 novembre scorso, infatti, quando l’abitazione di Will e Lauren Powers, a Detroit, in Michigan, è stata devastata dalle fiamme. In quel momento, nella villetta, c’erano Will, un suo amico e i gattoni che ricordiamo sono entrambi inseriti nel libro Guinness of Records come i gatti, rispettivamente, per la coda più lunga (Cygnus) e per essere più alto del mondo (Arcturus).

I gatti da record sono spariti

Anche quando la casa era piena di fumo, Will ha continuato a cercare i suoi due gatti, ma non è riuscito a trovarli. Alla fine, preso dalla disperazione, è dovuto scappare. Prima di uscire ha fatto un ultimo gesto coraggioso per sperare di salvarli: ha spalancato tutte le porte e finestre che poteva per creare delle vie di fuga. Nonostante l’intervento dei vigili del fuoco, della casa dei Powers è rimasto pochissimo. E cosa ancora più inquietante: fra i resti della casa non c’era traccia di Cygnus e Arcturus. Sperando che in qualche modo i micioni possano essere ancora vivi, i Powers hanno deciso di pubblicare una importante ricompensa: 25 mila dollari in Bitcoin (la valuta digitale che va di moda in questo periodo) per gatto o 100 mila per entrambi.

La speranza non si affievolisce

Un gesto dettato non solo dal valore economico dei gatti, ma soprattutto dall’amore che li lega ai loro pelosi. Infatti, da tempo i Powers aiutano gli animali più sfortunati, gestendo il Ferndale Cat Shelter. Insomma, la speranza c’è ancora e anche noi ci auguriamo di potervi dare presto buone notizie.

Photo Credits Facebook

LEGGI ANCHE: CYGNUS, IL GATTO CON LA CODA PIU’ LUNGA DEL MONDO