Orge con animali: la denuncia shock di AIDAA

Ancora una denuncia di zooerastia pervenuta al telefono viola dell’AIDAA che da sempre si batte contro ogni forma di abuso verso gli animali. 

Orge con animali: la denuncia shock di AIDAA

Festini, anzi vere e proprie orge a cui avrebbero partecipato dei liberi professionisti provenienti da diverse provincie della Toscana a base di sesso con animali (cani di grossa taglia) si sarebbero svolte circa due mesi fa nella provincia di Arezzo, in particolare in una villa della zona di Rigurtino. Secondo quanto segnalato al telefono amico dell’Associazione Difesa Animali e Ambiente (AIDAA) che si occupa di contrastare gli abusi sessuali sugli animali, da una persona che sostiene di aver partecipato almeno tre volte alle orge nelle diverse occasioni il sesso con animali era praticato da gruppi di uomini e donne con la presenza di cani maschi che venivano utilizzati per i rapporti sessuali specialmente dagli uomini. Le orge a cui avrebbero partecipato non meno di quindici persone e quattro cani alla volta sarebbero state organizzate da una donna attraverso una chat erotica e poi contatti su WhatsApp, non vi sarebbero stati pagamenti in denaro per le prestazioni dei cani.

Un fenomeno che non accenna a diminuire

Non è la prima volta che l’AIDAA segnala casi di questo tipo ed è un fenomeno che si sta diffondendo sempre di piùIn Italia si possono trovare sulla rete oltre un milione e mezzo di video di sesso con animali accessibili anche ai bambini con un semplice click del mouse e sono state fatte diverse denunce contro persone colte in flagranza a fare sesso con animali, alcune delle quali ancora in fase di inchiestaha dichiarato il Presidente Lorenzo Croce. 

Il Telefono Viola

Per contrastare il dilagare della zooerastia e porre fine a questa pratica davvero aberrante, l’AIDAA, a partire da giugno 2017, ha attivato il “Telefono Viola”, ossia un numero utile per denunciare qualsiasi abuso su animali a sfondo sessuale, contattabile tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 15:00. Basterà comporre il numero 3511804615 (costo in base al piano tariffario del proprio operatore verso i cellulari), per inviare le segnalazioni anche in forma anonima. Dopo i controlli del caso, le informazioni ricevute saranno girate alle autorità competenti.

L’esposto alla procura

Sul blog dell’AIDAA in data 15.10.2017 si legge: Sono arrivate come promesse le relazioni scritte relative alla segnalazione che ci è stata fatta via telefono nei giorni scorsi contenente nomi e cognomi di alcuni dei partecipanti alle orge aretine, ovviamente non ci sono notizie di reato se non per coloro che hanno avuto rapporti con i cani, per questo ne parleremo con gli avvocati e martedì presenteremo l’esposto alla procura per il reato di maltrattamento di animali.

Gli ultimi aggiornamenti

Dopo la consegna dell’esposto in Procura sono giunti gli ultimi aggiornamento sul caso. In una nota stampa rilasciata da AIDAA si legge: Abbiamo trovato il proprietario dei cani, si tratta di un cinquantenne residente nell’appennino reggiano già noto per aver in passato prodotto filmini pornografici, è lui che ha portato i tre Alani nella villa in provincia di Arezzo per farli partecipare nei mesi scorsi ai festini hard a base di sesso con animali, per questo motivo, il preannunciato esposto si è trasformato in una denuncia penale per il reato di maltrattamento di animali ai danni del proprietario dei cani e delle 15 persone che hanno partecipato ai festini avendo rapporti con i cani. L’invio della denuncia è stato posticipato alla giornata di domani, in quanto si tratta di un atto diverso rispetto all’esposto che avevamo preventivato.

Le dichiarazioni di Lorenzo Croce

Lorenzo Croce, Presidente dell’Associazione AIDAA, ha dichiarato: Si chiariscono quindi i contorni dei festini a luci rosse a cui hanno partecipato diversi professionisti provenienti da diverse provincie toscane e emiliane a base di sesso con animali, da qui la decisione di AIDAA di trasformare l’esposto in denuncia che verrà inviato nella giornata di domani mercoledi 18 ottobre alle procure di Arezzo e Reggio Emilia a carico del proprietario dei cani e di 15 persone che avrebbero avuto rapporti sessuali con i cani di proprietà del reggiano.

LEGGI ANCHE: LEI E L’AMICA FANNO (E OFFRONO) SESSO CON IL CANE: DENUNCIATE PER MALTRATTAMENTO ANIMALI

Orge con animali: la denuncia shock di AIDAA

Photo Credits: Facebook