No alle pellicce: la stilista Elisabetta Franchi si schiera in difesa per gli animali

Elisabetta Franchi, stilista e fondatrice dell’omonima maison di moda, è sempre stata contro la produzione di pellicce. In occasione della Settimana della Moda milanese ha invitato i suoi colleghi stilisti ad eliminare le pellicce dalle passerelle.  

No alle pellicce: la stilista Elisabetta Franchi si schiera in difesa per gli animali

Le dichiarazioni di Elisabetta Franchi contro la produzione di pellicce 

Rubare la pelle ad un animale per motivi di vanità è sbagliato – con queste parole, la stilista Elisabetta Franchi, fondatrice dell’omonima maison di moda, ha espresso la sua opinione contro la produzione di pellicce. Sono orgogliosa del fatto che il mio marchio sia fur-freedichiara la stilista e ritengo importante non solo evitare di utilizzarle, ma anche essere espliciti sui motivi di questa decisione, in modo che gli aspiranti stilisti sappiano che il successo e la creatività non necessitano di crudeltà. In un’intervista la stilista ha raccontato il genere torture inflitte agli animali da pelliccia per ucciderli riducendo al minimo i danni del loro pelo, ad esempio provocando loro la morte per soffocamento attraverso il gas o per annegamento.

L’appello alle maison di moda

Elisabetta Franchi è sempre stata contro il maltrattamento e l’uccisione degli animali da pelliccia e, in occasione della Settimana della Moda milanese, ha invitato i suoi colleghi stilisti a produrre abiti crueltyfree. La stilista ha dichiarato: È giunto il momento per gli stilisti della Settimana della Moda milanese di ascoltare l’opinione pubblica ed eliminare la pelliccia animale dalle passerelle, preferendo tessuti innovativi e sostenibili, senza crudeltà. Sono questi, infatti, a rappresentare il futuro della moda.

Personaggi pubblici contro le pellicce

Come Elisabetta Franchi, anche Giorgio Armani ha appoggiato la causa animalista, annunciando al mondo intero la totale abolizione di pellicce nelle sue future collezioni. Tra i tanti personaggi pubblici che hanno cercato di sensibilizzare l’opinione pubblica contro lo sfruttamento e l’uccisione di animali, possiamo citare: Brigitte Bardot, Alicia Silverstone, Eva Mendes, Khloe Kardashian, Elisabetta Canalis, Pamela Anderson, Cara Delevingne, Natalie Imbruglia, Pink, Stella McCartney, Alicia Machado, Miley Cyrus e Rosita Celentano. Si spera che in futuro sempre più persone riescano ad aprire gli occhi e ad acquisire le giuste consapevolezze sulla necessità di uno stile di vita più etico e rispettoso di tutte le forme di vita.

LEGGI ANCHE GIORGIO ARMANI RINUNCIA ALLE PELLICCE: “INUTILE RICORSO A PRATICHE CRUDELI”

No alle pellicce: la stilista Elisabetta Franchi si schiera in difesa per gli animali

Photo Credits: Twitter