Il cane abbaia e lui lo schiaccia contro un gradino: una 12enne assiste alla scena

Il cane lo infastidiva perché abbaiava troppo, così un uomo di 50 anni di Frattamaggiore ha ucciso un Chihuahua schiacciandogli la testa contro un gradino

Il cane abbaia e lui lo schiaccia contro un gradino: una 12enne assiste alla scena

Un atto di una crudeltà incredibile contro gli animali si è consumato davanti gli occhi di una ragazzina di 12 anni rimasta scioccata per ore. Siamo a Frattamaggiore, piccolo comune in provincia di Napoli, esattamente in un vecchio palazzo di via Trento, dove un uomo di 50 anni infastidito dall’abbaiare di un cane, un Chihuahua nano, ha deciso di risolvere il problema schiacciandogli la testa col piede contro il gradino di una scala. Poi, come se nulla fosse accaduto, si è allontanato dall’androne, lasciando il cadavere del cagnolino alla giovanissima testimone, ormai senza parole.

Il cane abbaia e muore

È stata proprio la piccola, una volta ripresasi dallo spavento, ad avvisare il proprietario del 4 zampe, un cane regolarmente registrato e dotato di microchip. E pressoché immediata la chiamata alle autorità, che hanno subito messo in atto una sorta di “caccia all’uomo” in tutto il quartiere. Le indagini sono state facilitate dai residenti della zona, infuriati dalla notizia di quella uccisione così barbara e immotivata.

Nel quartiere si scatena la caccia all’uomo

Come ha scritto poche ore fa anche Il Mattino, al momento sono state diffuse solo le iniziali del colpevole, L.C., un uomo originario di Frattamaggiore, ma da anni residente a Grumo Nevano. Ma è stata il vice questore Rachele Caputo, grazie anche all’aiuto della cognata dell’uccisore del Chihuahua, ad avvertire il responsabile di non farsi vedere in zona e di presentarsi immediatamente in commissariato, onde evitare ulteriori disordini.

La testimonianza lo inchioda

L.C., infatti, poco dopo si è presentato negli uffici della polizia, dove ha cercato di giustificarsi, dichiarando che il Chihuahua aveva cercato di morderlo. Ma cosa avrebbe potuto fargli un cane così minuto? Va detto, comunque, che grazie alla testimonianza della ragazzina, l’uomo è stato denunciato per aver causato la morte dell’animale, reato per il quale ora affronterà un processo penale. E si spera che verrà fatta giustizia.

Photo Credits Facebook