Pesce Combattente nell’acquario: cosa non può mancare

I pesci combattenti sono animali noti per la loro aggressività con i loro simili e possono vivere fino a quattro anni. Essendo animali molto delicati, hanno bisogno di particolari attenzioni. Ecco cosa non deve mancare nel loro acquario.

Pesce Combattente nell’acquario: cosa non può mancare

Il pesce combattente, detto anche Betta Splendens, è un pesce d’acqua dolce appartenente alla famiglia Osphronemidae. In natura vive in acque stagnanti, canali, specchi lacustri e aree fluviali. Questa specie è nota per la sua particolare aggressività, anche in ambito riproduttivo. Si tratta di animali dall’aspetto molto suggestivo, caratterizzati da pinne velate e dai colori brillanti. Sono pesci molto delicati, per questo motivo chi decide di comprarne uno deve averne la massima cura, rispettando tutte le sue esigenze. Andiamo a vedere ciò che non deve mai mancare in un acquario di un pesce combattente e quali accorgimenti adottare per garantirgli benessere e sopravvivenza.

ABBONDANTE ACQUA E PIANTE VERE

Questi pesci vivono negli specchi lacustri e nelle risaie; per questo motivo necessitano di un acquario poco profondo ma ampio, che contenga almeno 20 litri d’acqua. È preferibile inserire nell’acquario delle piante vere, sia perché il pesce potrà nascondersi piacevolmente dietro alle foglie morbide, sia perché queste aiutano ad ossigenare meglio l’acqua. Per questo motivo è sconsigliabile inserire delle decorazioni di plastica che potrebbero danneggiare gravemente le pinne. Evitare di introdurre specchi o oggetti riflettenti, poiché crederà che ci sia un rivale nel territorio e tenterà più volte di ucciderlo.

CIBO

I pesci combattenti mangiano gamberi, larve e mangime in scaglie che deve essere ricco di proteine. L’ipernutrizione può causare rigonfiamenti e problemi alla vescica, pertanto è importante eliminare il cibo in eccesso che non consuma.

ADDOLCITORE D’ACQUA E TERMOSTATO

L’acqua deve essere a temperatura ambiente, preferibilmente a 25C°. Durante il cambio dell’acqua, prima di versarla, bisogna usare un addolcitore, poiché cloro e cloramine possono essere molto nocive per il pesce combattente. È di fondamentale importanza acquistare un riscaldatore per acquario dotato di termostato, in modo da mantenere l’acqua ad una temperatura costante.

Pesce combattente: cosa non può mancare nell’acquario

Photo Credits: Twitter