Il cerbiatto sta affogando: il cane lo vede e fa qualcosa di incredibile [VIDEO]

Un nuovo video sta diventando virale: un cane si è gettato nell’acqua per salvare un cerbiatto che stava affogando

Il cerbiatto sta affogando: il cane lo vede e fa qualcosa di incredibile [VIDEO]

C’è un video che sta spopolando in questi ultimi giorni in Rete. Protagonista è un cane, un Golden Retriever, che senza alcuna paura si getta nelle acque di Port Jefferson, a Long Island, nello stato di New York. Il motivo? Cercare di salvare un piccolo cerbiatto che rischiava di affogare. Ma andiamo con ordine. Tutto è iniziato domenica 16 luglio quando come ogni mattina Mark Freeley ha portato i suoi cani, Storm e Sara, a passeggiare lungo la spiaggia.

Il cerbiatto sta affogando: il cane si tuffa

A un tratto, però, Storm si è buttato in acqua e ha cominciato a nuotare in direzione di un altro animale che stava annegando. Si trattava di un cerbiatto che chissà come era finito nel mare. Per fortuna il 4 zampe non ha perso tempo e ha afferrato il cucciolo per il collo come fanno le mamme con i loro piccoli. Poi gli si è seduto accanto, dandogli musate e spingendolo con le zampe, per cercare di rianimarlo.

Storm gli è rimasto accanto

A quel punto Freeley ha chiamato un’organizzazione umanitaria, la Long Island Rescue e i volontari hanno portato il cerbiatto alla clinica veterinaria dove si è ripreso. Nel video si vede che varie volte il cerbiatto sfugge di bocca al cane, che però viene incoraggiato dal proprietario che dalla riva grida “Portalo a riva, Storm – gli grida l’uomo – bravo, portalo, bravo, bravo!” Quando finalmente il cane ci riesce, poi, si sdraia accanto al cucciolo, guaisce e gli dà delle musate, e con la zampa lo spinge e cerca di farlo alzare. Da come scrive anche Il Messaggero, quando i volontari sono arrivati si sono dovuti tuffare a loro volta più volte, perché il cerbiatto spaventato si era ributtato in acqua. Ora per fortuna sta bene e si rimetterà al più presto. E anche Storm che, invece, è diventato un piccolo eroe. Ed è giusto così.

Photo Credits YouTube