L’eroico salvataggio di un cucciolo di elefante [VIDEO]

Al Grand Park Zoo di Seul, nella Corea del Sud, un elefantino è caduto in un laghetto artificiale. Una telecamera di sorveglianza ha ripreso il tempestivo salvataggio del piccolo.

In Corea del Sud, al Grand Park Zoo di Seul, un cucciolo di elefante si avvicinato al bordo di un piccolo laghetto artificiale con l’intento di abbeverarsi, quando all’improvviso ha perso l’equilibrio ed è caduto accidentalmente in acqua. Fortunatamente l’elefantino era in compagnia della sua mamma, un’elefantessa di circa tredici anni che subito ha cercato di salvarlo. Un video realizzato da una telecamera di sorveglianza mostra gli attimi di panico dell’elefantessa che, in un primo momento, non riesce a recupere il suo piccolo. In suo aiuto interviene un’elefantessa più anziana di circa venticinque anni che spinge la madre del cucciolo verso le scale di accesso al laghetto, suggerendole un modo migliore per salvare il piccolo.

Le due elefantesse si precipitano in acqua e, dopo alcuni tentativi, riescono a recuperare il cucciolo spaventato. Nel filmato è possibile notare in lontananza anche un altro elefante, che, incapace di intervenire al salvataggio, poiché isolato da un recinto, incomincia ad agitarsi. Se non fosse stato per il salvataggio tempestivo delle due elefantesse, probabilmente il cucciolo sarebbe morto annegato. Un episodio simile è accaduto di recente allo zoo di Zurigo, dove un elefantino non è riuscito a risalire da una buca e due elefanti si sono precipitati per aiutarlo.

Questo genere di incidenti accadono spesso anche allo stato selvatico, poiché, i cuccioli di elefante, che possono superare i 100 kg di peso, per la loro instabilità, rischiano spesso di cadere e talvolta finiscono in corsi d’acqua o in fossati troppo profondi. Per questo motivo le mamme sono costrette a monitorarli costantemente nelle loro prime settimane di vita e in particolare durante i lunghi spostamenti del branco.

Photo Credits: Twitter