Il gerbillo: il nuovo amico degli italiani è un piccolo roditore

Non solo cani e gatti nelle case dei nostri connazionali. Anzi, secondo una recente ricerca il gerbillo, un piccolo roditore originario dell’Asia Centrale, sta conquistando un posto tra i pet

C’è una sorpresa vera e propria per quanto riguarda gli animali domestici delle famiglie italiane. A parte i cani e i gatti, che sono sempre tra i pet preferiti, c’è un piccolo roditore che si sta facendo strada nelle nostre case e nei nostri cuori: il gerbillo. In diminuzione, invece, le tartarughe d’acqua, i criceti, i furetti e le cavie peruviane. Secondo gli ultimi dati raccolti, infatti, sono oramai quasi 100.000 le famiglie che hanno deciso di adottare questo piccolo e paffuto roditore.

Il gerbillo è un animaletto che appartiene alla sottofamiglia dei roditori muridi. Quello più conosciuto è il Gerbillo della Mongolia, che proviene dalle zone dell’Asia Centrale, si tratta di un animale docile che vive tra i tre ed i 5 anni, ma alcuni esemplari hanno superato anche i 6 anni di vita. L’Aidaa (Associazione italiana difesa animali e ambiente) ha recentemente chiesto qualche informazione ad alcune delle famiglie che vivono con questi animaletti e loro sono state ben contente di rispondere.

“Il gerbillo viene adottato – ha poi dichiatato il presidente Lorenzo Croce – in quanto si tratta di un animale socievole, sveglio, attivo e molto curioso, inoltre le famiglie ci hanno detto che sono animali molto puliti e interessanti da osservare“. Ma a quanto pare, sopratutto, i gerbilli sono animali che vivono in gruppo e si affezionano ai loro amici umani. Insomma, sembra che abbiano tutte le carte in regola per conquistare sempre più famiglie. E voi avete mai pensato di adottare un gerbillo?

Photo Credits Facebook