Fermi all’autogrill, il cane si mette paura e scappa: ma la polizia…

Due anziani turisti tedeschi hanno perso il loro cane, un Jack Russell,in un’autogrill sull’A7. Il 4 zampe, probabilmente impaurito e disorientato era fuggito via durante la sosta. I proprietari hanno avuto un malore

Fermi all’autogrill, il cane si mette paura e scappa: ma la polizia…

Hanno temuto di avere perso la loro cagnolina in autostrada per sempre e si sono anche sentiti male per lo spavento. Ma la storia, fortunatamente, si è conclusa con un bel lieto fine. Ma andiamo con ordine. Tutto inizia con due anziani turisti tedeschi in viaggio in Italia, che dalla lontana Ragusa stanno facendo ritorno a casa, in Baviera. Lui 84 anni, lei 76, sono in marcia lungo l’autostrada A7. Sono le 23 circa, quando decidono di fermarsi all’area di servizio Giovi, all’altezza di Rocco Scrivia, in provincia di Genova.

Insieme a loro c’è una simpatica Jack Russell di 2 anni, Filippa, piccola e preziosa compagna di vita. Una volta scesa dll’auto, però, forse disorientata o impaurita, la bestiola si perde all’improvviso. La donna si agita non riuscendo a trovarla, l’uomo in preda a un grande dispiacere si sente male. Arriva l’ambulanza che lo trasporta nell’ospedale più vicino, quello di Villa Scassi, per le cure del caso. Sempre più in preda al panico, anche la signora accusa un malore e con una seconda ambulanza segue la “strada” del consorte. Per fortuna per entrambi nulla di grave.

Vengono immediatamente dimessi e portati in un albergo. Intanto, gli agenti della Polizia Stradale di Genova affidano la loro Bmw a un carro attrezzi e continuano a cercare la piccola bestiola. Le ricerche si concludono in un’ora quando Filippa viene ritrovata. La mattina dopo i due tedeschi vengono svegliati dagli agenti che li portano prima al canile per riabbracciare il Jack Russell, poi al deposito auto per rientrare in possesso del veicolo. Dopo tanti ringraziamenti e una buona dose di commozione, la famiglia “allargata” riprende il suo cammino in direzione casa. Con un grande sospiro di sollievo.

Photo Credits Facebook