“L’esperto risponde”: la malocclusione dentale del coniglio

Nella rubrica settimanale di Velvet Pets un esperto potrà risolvere i dubbi sulla salute dei vostri amici a quattro zampe. Questa settimana parleremo della malocclusione dentale del coniglio

“L’esperto risponde”: la malocclusione dentale del coniglio

La malocclusione dentale è una patologia che colpisce moltissimi conigli e la causa principale è senza dubbio l’alimentazione scorretta, che comporta un’irregolare crescita dei denti. I denti dei conigli possono crescere fino a un centimetro al mese e raggiungere in un anno oltre i 12 centimetri. Per questo motivo, se la loro dieta non è caratterizzata da alimenti contenenti cristalli di silice che limano naturalmente i denti, sarà inevitabile che questi crescano storti e troppo lunghi per la conformazione della mandibola.

SINTOMI

Il primo sintomo riconoscibile di questa patologia è la diminuzione del cibo che andrà a mangiare il coniglio, il quale incomincerà in un primo momento a rifiutare gli alimenti più duri, a causa delle difficoltà procurate dai denti troppo lunghi, per poi arrivare al digiuno, con conseguente rapido indebolimento dell’animale. Un altro sintomo molto diffuso è l’improvvisa lacrimazione causata dalle radici dei denti che, se cresciute in modo sproporzionato, vanno a comprimere il dotto lacrimale. Tra gli altri sintomi troviamo: ipersalivazione, scolo oculare, produzione limitata di feci, ascessi alla mandibola e lacerazioni a lingua e gengive causate dall’ipercrescita dentale.

 DIAGNOSI E CURA

Il primo step diagnostico è effettuare una radiografia, allo scopo di analizzare la gravità dei possibili danni subiti dalla mascella e dalla mandibola. In base alla malformazione dei denti, bisognerà poi procedere con un’accurata limatura, un vero e proprio intervento chirurgico che va eseguito in anestesia totale. Dopo l’operazione, il veterinario somministrerà una cura di antibiotici. Nel caso in cui il coniglio presenti dei denti estremamente storti, potrà rendersi necessaria l’estrazione e inevitabilmente dovrà essere modificata anche l’alimentazione, poiché l’animale non sarà più in grado di spezzare il cibo correttamente. Per evitare tali sofferenze è fondamentale assicurare al proprio coniglio una dieta ricca di fibre e povera di carboidrati e grassi.

“L’Esperto risponde”: la malocclusione dentale del coniglio

 Photo Credits: Twitter