Celebrities Pets

AIDAA: nuove prove a carico di Giulia Calcaterra per l’uccisione del suo cane [VIDEO]

Lorenzo Croce, Presidente dell’Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente (AIDAA), ha chiesto di essere ascoltato nuovamente in merito alla misteriosa morte del Rottweiler di Giulia Calcaterra sulla base di nuove prove a suo carico.

Torna di nuovo nel mirino mediatico Giulia Calcaterra, l’ex velina di Striscia la Notizia accusata di aver ucciso il suo cane, un Rottweiler maschio. Secondo quanto dichiarato dall’AIDAA (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente), presieduta da Lorenzo Croce, sarebbero emerse nuove prove a carico della showgirl, che confermerebbero l’ipotesi che il suo cane non morì di torsione gastrica ma che fu soppresso.

In una nota rilasciata dall’AIDAA si legge: Sono passati cinque anni da quando il presidente AIDAA ha inviato la prima denuncia contro Giulia Calcaterra, allora velina della trasmissione “Striscia la Notizia”, accusata di aver ucciso il proprio Rottweiler. La prima inchiesta è stata archiviata, ora a distanza di anni sono emersi elementi nuovi che fanno pensare che vi sono state delle omissioni e degli errori nei racconti di allora e per questo il presidente AIDAA Lorenzo Croce ha inviato oggi una nuova richiesta alla procura di Novara per essere sentito in merito ai nuovi elementi in suo possesso.

Ci sono discordanze sui tempi del trasporto del cane dalla casa di Giulia allo studio del Dottor Tavian a Lainate  ̶  afferma Lorenzo Croce   ̶  ma non solo, ci sono anche questioni che abbiamo approfondito, ora ho chiesto di essere risentito, così come nei giorni prossimi ho deciso di mandare una nota anche all’Ordine dei Veterinari. Noi vogliamo giustizia per il cane. Non ci interessa che questa persona sia più o meno famosa, il nostro modo di agire è uguale per tutte le segnalazioni che riceviamo. Quello che vogliamo è la verità sulla morte di quel meraviglioso cane.

Secondo quanto dichiarato da Lorenzo Croce in un video pubblicato sul suo profilo Facebook, è piuttosto improbabile che il cane in torsione gastrica, e dunque in pericolo di vita immediato, fosse trasportato ad una clinica veterinaria lontana ben 60 km. Nel video Croce afferma: Vogliamo che Giulia Calcaterra sia processata per la morte del suo cane […] Quello che a noi interessa sono gli elementi nuovi emersi […] Ripresenteremo la denuncia […] Chiediamo la riapertura delle indagini, chiediamo che Giulia Calcaterra venga cacciata dalla trasmissione “L’Isola dei Famosi” e chiediamo soprattutto che sia fatta giustizia per quel cane, perché la prima che dichiarò che quel cane fu ucciso fu lei. Quel cane è stato ucciso!

AIDAA: nuove prove a carico di Giulia Calcaterra per l’uccisione del suo cane

Photo Credits: Facebook

Back to top button
Privacy