“L’esperto risponde”: la giardiasi del cane

Nella rubrica settimanale di Velvet Pets un esperto potrà risolvere i dubbi sulla salute dei vostri amici a quattro zampe. Questa settimana parleremo della giardiasi del cane, una malattia dellapparato intestinale che non va assolutamente sottovalutata.

“L’esperto risponde”: la giardiasi del cane

La giardiasi è una malattia che colpisce l’apparato intestinale e viene trasmessa dal protozoo parassita Giardia lamblia sotto forma di cisti. Tra le modalità di contagio bisogna considerare il contatto diretto col pelo, cibo, acqua o feci contaminate. La giardia, oltre a poter colpire anche i gatti, può essere una minaccia anche per l’essere umano, in particolare tutti i soggetti immunocompromessi quali i malati di cancro, e di AIDS, ma anche neonati, donne incinte e anziani.

SINTOMI

Alcuni cani possono contrarre l’infezione intestinale senza manifestare alcun sintomo, mentre, in caso contrario, tra i sintomi più comuni si annoverano:

  • Febbre
  • Diarrea
  • Perdita di appetito
  • Perdita di peso
  • Debolezza
  • Feci sanguinolente
  • Feci di colore chiaro
  • Feci maleodoranti
  • Flatulenza
  • Dolori addominali
  • Letargia
  • Disidratazione
  • Vomito

DIAGNOSI

La giardiasi può essere diagnosticata attraverso indagini mirate sulle feci, come, ad esempio, la sospensione fecale, la flottazione fecale o anche gli strisci fecali effettuati con l’ausilio di un tampone rettale in modo da evidenziare la presenza del protozoo. È possibile diagnosticare l’infezione anche attraverso un prelievo di urine o di sangue.

TRATTAMENTO

Un veterinario di fiducia somministrerà un antibiotico specifico e dovrà individuare il giusto vermifugo per debellare il parassita. La giardiasi non è semplicissima da curare, poiché il trattamento potrebbe eliminare soltanto le cisti e non il parassita, che può invece sopravvivere nell’intestino. Inoltre l’infezione può ripresentarsi anche a distanza di tempo dopo che il parassita è stato espulso dal tratto gastrointestinale, per questo motivo è buona norma effettuare più test a distanza di settimane, per verificare l’efficacia del trattamento. Si consiglia di tenere i propri animali lontani da acque ad alto rischio di contaminazione, come le pozzanghere. Inoltre, durante e dopo il trattamento contro la giardiasi, è obbligatorio sterilizzare qualsiasi oggetto che appartiene al cane, quali cucce, ciotole o giocattoli.

“L’Esperto risponde”: la giardiasi del cane

Photo Credits: Twitter