Pinguino rubato allo zoo: incessanti le ricerche, rischia la vita

Continuano le ricerche a Mannheim, in Germania, per il pinguino rubato in questi giorni allo zoo Luisenpark. Senza cure rischia di morire perché nato in cattività.

Continuano le ricerche a Mannheim in Germania per il pinguino di razza Spheniscus humboldti rubato in questi giorni allo zoo nel sud ovest del Paese.

In Germania, nello zoo Luisenpark di Mannheim un pinguino è stato rubato. A dare l’allarme sono stati gli addetti del giardino zoologico che, durante la conta degli animali, si sono resi conto che ne mancava uno. Un portavoce della Polizia ha riferito: Ci siamo accorti del furto e ora stiamo indagando. Stiamo facendo il possibile per trovare l’animale possibilmente illeso. Dopo aver effettuato i primi controlli sembra confermato che l’animale non sia scappato da solo e che non sia stato aggredito da un rapace del posto.

La sua sparizione desta un forte allarme per le difficoltà che l’animale potrebbe incontrare al di fuori dello zoo, essendo nato e vissuto sempre in cattività. Chi crede che il pinguino possa essere tenuto come un animale domestico è al di là del bene e del maleha riferito un portavoce dello zoo – L’animale non ha alcuna possibilità di sopravvivenza senza particolari attenzioni come un’alimentazione speciale. Il pinguino ha un numero di riconoscimento su un’ala, ma, nonostante sia microchippato, non è stato possibile localizzarlo.

Il pinguino è alto circa 50 cm, pesa 5 chili e appartiene alla famiglia Spheniscus humboldti. Il nome di questi pinguini deriva dall’omonima corrente antartica che raggiunge le coste peruviane e cilene dell’Oceano Pacifico dove vivono. Questi animali si nutrono prevalentemente di molluschi, Krill e sardine e vivono tra le coste del Cile e del Perù, dove le temperature oscillano tra i – 3 C° e i + 24 C°. Nonostante la vita media dei pinguini di Humboldt vari tra i 15 e i 20 anni, i giovani esemplari sono facilmente attaccabili da foche, leoni marini e squali; per questo motivo gli addetti dello zoo di Luisenpark temono per la sua incolumità, poiché non è in grado di procurarsi cibo autonomamente e né tantomeno difendersi dai predatori.

Photo Credits: Twitter

Exit mobile version