Cucciolo di Pit Bull ustionato, la famiglia lo abbandona: “Ora è brutto” [FOTO]

Abbandonato dai proprietari dopo un incendio che gli aveva provocato piaghe sul 75 per cento del corpo, Jake è stato adottato poi dai vigili del fuoco

Oggi è probabilmente il cane più famoso di Hanahan, una cittadina della Contea di Berkeley, in South Carolina. È una piccola star, la mascotte che i pompieri portano nelle scuole per parlare di sicurezza con gli studenti. Quando c’è lui, stabilire un contatto con i bambini è molto più semplice. Ma il povero Jake, un giovane e simpaticissimo Pit Bull, in passato se la è vista davvero brutta. Le cicatrici più evidenti sono quelle che si vedono nelle foto, che ritraggono il cucciolone con ustioni sul 75 per cento del corpo. Le più nascoste, invece, sono quelle che il nostro amico a 4 zampe si porta nell’anima. Ma anche da una tragedia, a volte, può nascere una vita migliore.

Sì perché Jake, quando aveva solo poche settimane di vita, ha rischiato di morire nell’incendio che ha devastato la casa dei suoi proprietari. Una famiglia con risorse economiche limitate, che non poteva affrontare le spese per le cure mediche del loro giovane cane, che non sarebbe mai più tornato abbastanza bello. Così lo ha abbandonato. È in questo preciso momento che entra in scena William, il vigile del fuoco che arrivò per primo sul luogo dell’incendio. L’uomo, senza pensarci troppo e intenerito dallo sguardo languido del cucciolo, ha portato il cane in una clinica veterinaria, lo ha fatto curare e ha pagato il conto.

Da quel momento, i due sono diventati inseparabili e trascorrono le giornate insieme, uno accanto all’altro. William stravede per il suo Jake e se lo porta anche a lavoro. Alla stazione dei vigili del fuoco di Hanahan è coccolato da tutti e di recente è stato anche nominato ufficialmente un pompiere. Dolcissimo lo scatto in cui appare con la divisa da pompiere con tanto di distintivo in bella vista. Il cucciolone fissa la macchina fotografica. È in posa, proprio come una vera star.

Photo Credits Facebook