News

Cagnolina rapita nel parcheggio dell’Ikea: l’appello dei proprietari per ritrovarla

A Torino, in un parcheggio dellIkea, una cagnetta è stata rapita mentre i proprietari stavano caricando la macchina dopo aver fatto acquisti presso il megastore.

Nala è il nome di una cagnolina di due anni che è misteriosamente scomparsa mentre era in compagnia dei suoi proprietari, una coppia di Torino, nel parcheggio dellIkea. Mentre i due proprietari stavano caricando l’auto, dopo aver fatto degli acquisti per la casa, la cagnetta è sparita. Abbiamo riempito il carrello   ̶  ha raccontato il proprietario di Nala  ̶  Poi, finita la spesa, ci siamo diretti verso l’auto, nel parcheggio scoperto. Siccome pioveva, abbiamo accelerato il passo per mettere il cane al riparo. Una volta raggiunta l’auto, la proprietaria ha fatto salire Nala sul sedile anteriore per poi andare incontro al compagno e iniziare a sistemare i pacchi nel bagagliaio.

Soltanto dopo che i due proprietari hanno caricato tutti i mobili in auto si sono resi conto che della loro cagnolina non vi era più traccia. Questione di minuti, ma sufficienti a far sì che qualcuno prendesse la cagnetta e la portasse via. Abbiamo visto che lo sportello lato passeggero era aperto   ̶  ha riferito l’uomo  ̶  In quel momento ho capito che qualcuno ce laveva sottratta. Prima di sporgere denuncia ai Carabinieri, i proprietari di Nala hanno chiesto aiuto al servizio sicurezza dell’Ikea, con la speranza che qualcuno avesse visto la cagnolina, che sembra essere letteralmente svanita nel nulla.

Ma chi può aver rapito la cagnolina? E come può essere stata sottratta dall’auto senza che nessuno si accorgesse di nulla? In attesa che Nala sia ritrovata, e nella speranza che ciò avvenga al più presto possibile, magari attraverso gli indizi forniti dalle telecamere di sorveglianza, la sua famiglia ha lanciato un appello in cui chiede a chiunque riuscisse ad avere sue notizie di chiamare il numero 3451228081.

Cagnolina rapita nel parcheggio dell’Ikea: l’appello dei proprietari per ritrovarla

Photo Credits: Facebook

 

 

Back to top button
Privacy