Giappone, shock al parco giochi invernale: cinquemila pesci congelati sotto il ghiaccio

Un parco giochi del Giappone ha dovuto chiudere i battenti dopo una scoperta shock. La pista di pattinaggio conteneva circa 5000 pesci congelati sotto allo strato di ghiaccio. La notizia è riportata dal Messaggero online. L’attrazione è stata definita “immorale e crudele” e ha suscitato aspre critiche sui social media dopo il servizio televisivo di un’emittente locale.

Giappone, shock al parco giochi invernale: cinquemila pesci congelati sotto il ghiaccio

Gli operatori dello Space World, nella prefettura di Fukuoka in Giappone, avevano inaugurato il nuovo skate-park poco meno di quindici giorni fa, pubblicizzandola come esclusiva mondiale. La pista sul ghiaccio permetteva di pattinare sopra 25 diverse specie di animali marini, con lucci e merluzzi ornamentali. Una scelta “di cattivo gusto” quella di sacrificarne la vita in “totale assenza di senso etico”. Secondo alcuni, gli animali sarebbero stati addirittura congelati ancora vivi, ma l’indiscrezione è stata smentita dagli organizzatori.

Toshimi Takeda, manager di Space World, si è giustificato spiegando come la volontà del parco fosse quella di far conoscere ai bambini le varietà degli animali marini e si è detto pronto ad accettare le critiche chiudendo la pista. Takeda si è scusato per aver ferito la sensibilità degli utenti e ha promesso un servizio funebre in memoria della fauna ittica che si terrà con l’inizio del nuovo anno.