Cucciola di giaguaro recuperata in condizioni estreme: ciò che trovano nel suo corpo è inimmaginabile…

In Ecuador una cucciola di giaguaro è stata vittima dei cacciatori, che l’hanno resa tetraplegica. Grazie ad un intervento chirurgico molto delicato, la piccola avrà delle possibilità di recupero.

Cucciola di giaguaro recuperata in condizioni estreme: ciò che trovano nel suo corpo è inimmaginabile…

In Ecuador una cucciola di giaguaro è stata ritrovata immobile e senza la sua mamma nei pressi di una piantagione di palme. Le persone che si sono accorte di lei si sono subito rese conto che era molto sofferente e l’hanno affidata alle cure dei veterinari che hanno accertato che la piccola era tetraplegica e non poteva muovere le zampe. Per scoprire la causa di questa sua menomazione, i veterinari del Wildlife Animal Rescue Organization TUERI l’hanno sottoposta a dei raggi X e hanno scoperto qualcosa di terribile: la cucciola aveva 18 proiettili conficcati in corpo, due dei quali le avevano danneggiato la spina dorsale.

Recuperano una cucciola di giaguaro in condizioni estreme: ciò che trovano nel suo corpo è inimmaginabile…

Si è così scoperto che la cucciolotta, di 11 mesi, a cui i veterinari hanno dato il nome D’yaira, era stata vittima dei cacciatori, presumibilmente perché si era avvicinata troppo alla piantagione dov’è stata ritrovata ferita. Le sue condizioni erano davvero critiche, ma i veterinari non si sono arresi e hanno voluto tentare di salvarla con un intervento chirurgico, che però si è rivelato più complicato del previsto, in quanto hanno riscontrato che le pallottole erano troppo incastrate nelle ossa della cucciola.

Recuperano una cucciola di giaguaro in condizioni estreme: ciò che trovano nel suo corpo è inimmaginabile…

Tuttavia il Dottor Andrés Ortega e la Dottoressa Gabriela Parra hanno voluto tentare un ulteriore intervento, dopo il quale D’yaira avrà bisogno di cinque mesi di fisioterapia in una clinica specializzata prima di poter essere trasferita ad un centro di riabilitazione per essere poi reintegrata nel suo habitat. Veronica Cabrera, una studentessa di Clinica Veterinaria presso la San Francisco de Quito University, ha raccontato: Ogni settimana ci arrivano animali selvatici da tutte le parti del mondo che sono vittime di caccia indiscriminata. Vogliamo che la storia di D’yaira sia resa nota, affinché si possa prevenire o porre fine ad episodi simili causati dalla caccia.

Recuperano una cucciola di giaguaro in condizioni estreme: ciò che trovano nel suo corpo è inimmaginabile…

La piccola mostra ogni giorno dei segni di miglioramento, sebbene la strada da percorrere per lei sia ancora lunga. Sembra che l’intervento sia ben riuscito e al momento è in grado di cambiare posizione da sola e di mangiare senza problemi. Ora si attende solo che possa tornare a correre libera e felice nella foresta.

Photo Credits: Facebook/Twitter