Terremoto: l’incredibile storia di Carina, la gattina estratta dalle macerie dopo 12 giorni

Tra le macerie del sisma che ha colpito la città di Amatrice è stata salvata un’altra gattina di nome Carina, che è riuscita a sopravvivere per 12 giorni.

Carina è il nome dell’ultima gatta salvata dalle macerie del sisma che ha colpito il Centro Italia lo scorso 24 agosto. Il suo ritrovamento è stato un miracolo perché è riuscita a sopravvivere senza acqua e cibo per 12 giorni, incastrata tra le mura crollate. Il salvataggio della gattina è stato del tutto casuale, poiché i Vigili del Fuoco stavano semplicemente rimuovendo delle macerie rimaste per strada. La prognosi – hanno spiegato i veterinari della Protezione Animali – è riservata poiché la gatta accusa ipotermia e una grave disidratazione, appare abbattuta e disorientata.

Carina è stata subito visitata dal Posto Veterinario Avanzato ENPA situato al di fuori della zona rossa e ha iniziato delle cure a base di vitamine, antibiotici e fluidoterapia. La gattina ritrovata in queste ore risulta essere la sorella di Gioia, un’altra gattina salvata la scorsa settimana, rimasta bloccata per 5 giorni sotto le macerie. (LEGGI ANCHE:SALVATELA, MI RESTA SOLO LEI”: A CINQUE GIORNI DAL SISMA I VIGILI ESTRAGGONO GATTINA DALLE MACERIE)Il quadro clinico di Carina è piuttosto critico a causa dell’ipotermia e potrebbe degenerare da un momento all’altro. Ad ogni modo, ci sono delle speranze su una sua possibile guarigione dal momento in cui ha ripreso a mangiare dopo giorni di digiuno forzato.

Tantissimi gli animali trovati in questi giorni sotto le macerie come il coniglietto Trilli (LEGGI ANCHE: TRILLI, IL CONIGLIETTO ESTRATTO VIVO DALLE MACERIE DI AMATRICE)  e il cane Romeo, il Golden Retriever salvato dopo nove giorni dal sisma (LEGGI ANCHE:TERREMOTO: CANE MIRACOLOSAMENTE SALVATO DALLE MACERIE DOPO 9 GIORNI), ma ci sono anche tanti altri animali dispersi che probabilmente non avranno la stessa fortuna di Carina e degli altri.

Photo Credits: Facebook/Twitter