Cani e bambini provano le stesse emozioni. La scienza lo conferma

Cani e bambini si somigliano, anche sul piano emotivo. A confermare la tesi uno studio scientifico che prova la capacità dei 4 zampe di provare sentimenti. Eccolo

Cani e bambini provano le stesse emozioni. La scienza lo conferma

Non è certo la prima volta che i cani vengono paragonati ai bambini. Perché l’impegno che ogni proprietario deve assumersi quando decide di accogliere in casa un 4 zampe è un po’ come quello di ogni genitore che si rispetti: garantire alla creatura una vita sana, protetta, equilibrata e piena d’amore. Ora, però, uno studio dell’università americana di Emory, in Atlanta, ha dimostrato che questi straordinari animali provano le stesse sensazioni che provano i bambini e che il livello di sensibilità di entrambi è molto simile.

L’esperimento consisteva nel selezionare alcuni esemplari canini, di varie razze ed età, per sottoporli a una risonanza magnetica. Durante il test i cani erano esposti a svariate tipologie di stimoli, che andavano a generare una certa attività cerebrale. Secondo quanto si evince dalla ricerca, l’attività cerebrale dei pelosi aumentava a mano a mano che essi ricevevano segnali che riguardavano l’alimentazione o gli odori delle persone a loro conosciute, proprio come accade ai neonati.

Diversi studi, in passato, avevano già evidenziato quanto i cani possano sperimentare emozioni negative proprio come gli esseri umani, persino per quanto riguarda l’equivalente di certe condizioni psicologiche croniche o acute, come per esempio la depressione. Tantissimi, infatti, i casi dei cani che una volta rimasti soli o chiusi in un canile decidono di abbandonarsi a loro stessi, rifiutando il cibo e non riuscendosi più ad alzare dalla cuccia.

dog-portrait-with-kid

Anche perché, come ben sappiamo, i cani hanno caratteri ben precisi e possono essere ottimisti, quindi sempre speranzosi per il loro futuro, ma anche pessimisti e vedere tutto nero. Ad attestarlo un’altra ricerca (LEGGI ANCHE: IL CANE È OTTIMISTA O PESSIMISTA? LO STUDIO PER CAPIRE IL PROPRIO CUCCIOLONE). Insomma, i migliori amici dell’uomo sono esseri più che senzienti, non c’è dubbio alcuno. Come farebbero altrimenti a essere così meravigliosi?

Photo Credits Facebook