Giorgia Meloni: “100 euro al mese a chi adotta un cane”. Scoppia la polemica

La candidata a sindaco di Roma Giorgia Meloni propone 100 euro al mese per un anno a chi adotta un cane in un canile. Ma è davvero questa la soluzione al problema animali?

In molte città italiane è tempo di elezioni comunali. Tra queste c’è anche Roma, dove a contendersi la poltrona sono ben 5 candidati, tra cui Giorgia Meloni. Tra tutti, la politica di Fratelli d’Italia sembra essere la più attiva sulla questione animalista, tanto che ha visitato personalmente il canile di Muratella (LEGGI ANCHE: VIAGGIO TRA I BOX DI MURATELLA, IL CANILE DI ROMA CHE ORA È AUTOGESTITO) e, poche ore fa ha tirato fuori la sua personale ricetta per risolvere il problema cani.

La Meloni, infatti, tramite un video pubblicato sulla sua pagina Facebook (e in cui appare seduta tra tanti cagnolini e proprietari nell’area attrezzata del parco d’Aguzzano) ha detto che, se diventasse sindaco, farebbe in primo luogo una grande campagna di adozione per tutti i 4 zampe che cercano famiglia. “Attualmente il Comune di Roma spende circa 400 euro al mese per tenere un cane nei canili – afferma la candidata – quanto una pensione sociale per tenerli presumibilmente in gabbia. Ci piacerebbe invece spenderne 100 da dare però ad ogni famiglia che decide di adottare uno di questi animali straordinari per un anno“.

“Crediamo – ha aggiunto – che possa essere più risolutiva e intelligente questa soluzione, piuttosto che continuare a spendere tanti soldi per tenere i cani nei canili a prezzi inadeguati”. Nonostante le belle parole, però, sono tanti gli utenti e i cittadini che si chiedono se questa possa essere davvero una soluzione o se, invece, non siano semplicemente promesse elettorali, simili a quelle di un marinaio, per intenderci.

Senza contare che, molto probabilmente, molte persone potrebbero vedere nell’adozione di un cane un facile modo per fare cassa. In realtà, chi gestisce i canili, gli operatori, gli educatori e i volontari non sono un costo che si può eliminare: non tutti i cani trovano una casa presto e, molti di loro, per riuscire a trovarla, hanno bisogno di esperti che sappiano come rieducarli. Il costo del canile non può essere abbattuto, a meno che non si tocchino i lavoratori che, almeno a Roma, ormai da un mese continuano a prestare servizio gratuitamente solo per amore degli animali (LEGGI ANCHE: ROMA, CANILE MURATELLA, 93 DIPENDENTI SENZA LAVORO). Insomma, la ricetta dei 100 euro al mese non pare essere una vera soluzione, ma più uno spot. Peccato.

Photo Credits Facebook

Sono migliaia i cani che a Roma ogni anno cercano una famiglia, la gran parte viene tenuta nei canili comunali obiettivamente con un costo al di là del consentito e dell'immaginabile. Ho pensato che ci piacerebbe trattare diversamente la questione del miglior amico dell'uomo, della vostra gioia a quattro zampe: una grande campagna di adozioni. Guarda il video e ascolta la mia proposta.

Pubblicato da Giorgia Meloni su Lunedì 30 maggio 2016