Cucciolo di 6 giorni sopravvive a un’operazione in anestesia totale: pesava meno di un chilo

Un cucciolo di Shih Tzu di soli 6 giorni gravemente ferito è stato sottoposto a una delicata operazione in anestesia locale ed è sopravvissuto. Un successo secondo i medici

Quanta anestesia può sopportare un cucciolo di cane di appena 6 giorni e che pesa meno di un chilo? È questa la domanda che si sono fatti i medici dell’Aspca Animal Hospital di New York quando si sono trovati di fronte un caso d’emergenza estrema. Il piccolo Ethan, neonato di razza Shih Tzu, quando è arrivato in ambulatorio era molto grave, aveva una profonda ferita sotto la zampa anteriore destra che purtroppo era infetta e, come hanno poi raccontato proprio i veterinari sulla loro pagina Facebook, 2 occhi che imploravano aiuto.

“L’anestesia in un neonato può essere molto pericolosa – ha scritto poi la dottoressa Mary San Martino in un comunicato stampa ufficiale – Sia i nervi che il sistema respiratorio e quello cardiovascolare non sono completamente sviluppati. La fisiologia rende i cuccioli suscettibili di ipossiemia (ovvero a un basso livello di ossigeno nel sangue, ndr.). Eppure il dolore che sentono è lo stesso fin dalla nascita“. Tanto che secondo la sua proprietaria, era chiaro che il cucciolo stesse già soffrendo molto. “Piangeva – ha detto la donna al sito The Dodo – Aveva una ferita che puzzava e sembrava che si fosse infettata”. A ferire Ethan, con ogni probabilità, era stata la stessa madre durante la pulizia o lo spostamento. Ma, grazie al pronto intervento dell’equipe, il cucciolo è sopravvissuto e ora che ha compiuto 3 settimane è finalmente fuori pericolo.

In questo breve lasso di tempo, Ethan ha già triplicato il suo peso e i medici sono convinti che avrà uno sviluppo normale. Ma tutto questo non sarebbe successo se non avessero rischiato il tutto per tutto per salvarlo, anche se aveva solo 6 giorni e pesava meno di un chilo.

Photo Credits Aspca Facebook