La tartaruga più vecchia del mondo ha 184 anni

La tartaruga più vecchia del mondo vive sull’Isola di Sant’Elena. Ha 184 anni ed è l’esemplare più longevo.

La tartaruga Jonathan, con i suoi 184 anni, vive sull’isola di Sant’Elena, dove morì Napoleone, ed è venerata dai fans che ogni anno vengono a trovarla. Il vecchio patriarca di storia ne ha vista, con otto monarchi, da Giorgio IV alla regina Elisabetta II, assistendo a ben due guerre mondiali e continua ad essere coccolato dalle altre tartarughe dell’isola Emma, Fredricka e Myrtle. Il Dr. Joe Hollins lo sta aiutando a recuperare la sua salute, perché mangiava rametti e foglie d’erba e il suo becco era diventato morbido e debole, adattandosi ad una dieta non sana per la sua età ma ora ha un vasto menu tra carote, mele, banane e cetrioli.

Jonathan è nato alle Seychelles, nell’arcipelago dell’Oceano Indiano e, quando fu donato al Governatore di Sant’Elena, nel 1882, aveva circa 50 anni. Recentemente sono state trovate delle foto scattate nel 1899 in seguito al ritrovamento di un vecchio album fotografico di un fotografo dell’isola e ritraggono tre tartarughe di razza Aldabra, di cui Jonathan è l’ultimo esemplare sopravvissuto. Purtroppo non è più in grado di accoppiarsi con le altre tartarughe dell’isola, soffre di cataratta, ha perso l’olfatto ma ha ancora un udito eccellente e, con ben 150 Kg sulle spalle, non ha intenzione di mollare.

Jonathan, ha battuto il record della tartaruga più longeva del pianeta, superando l’esemplare panda di 37 anni e il gatto più vecchio del mondo di 26 anni. Il primato mondiale di Jonathan è stato superato solo dalla piccola idromedusa Turritopsis nutricula, un minuscolo animale acquatico, che, a differenza di tutti gli altri organismi viventi, è in grado, in caso di pericolo, di invertire il suo ciclo vitale, ritornando al suo stadio giovanile ritardando così la morte e per questo è nota come “medusa immortale”.

Photo Credits: Twitter