Tennis, arrivano i ball dogs: ex randagi “assunti” come raccattapalle [VIDEO]

Ai Brasil Open di tennis hanno debuttato i ball dogs: 4 cani, tutti ex randagi con una storia di maltrattamento alle spalle, sono stati scelti in qualità di raccattapalle

La vita in Brasile è difficile per le persone, figuriamoci per gli animali. Ma, per fortuna, come ormai accade in ogni parte del mondo, ci sono anche là persone pronte a tender loro loro una mano. Ed è così che sempre più spesso i cani che vengono abbandonati nelle baraccopoli, vengono poi salvati e viene data loro, l’opportunità di cominciare una vita nuova. Anzi, nuovissima se, ad esempio, prendiamo il caso dei 4 ex randagi che hanno debuttato ai Brasil Open come raccattapalle ufficiali.

Questi “ball dogs”, come sono stati chiamati, hanno fatto il loro primo ingresso sul campo da tennis solo qualche giorno fa nel match tra lo spagnolo Roberto Carballés Baena e il portoghese Gastao Elias ed è stato subito un successo. Merito dell’addestratore Andrea Beckert che ha raccontato alla stampa locale che il problema principale è stato quello di impedire che si distraessero. Questi sono i cani che sono stati maltrattati – ha spiegato Becket – Dobbiamo farli adattare e ambientare ai giudici, al rumore delle palle e al rumoreggiare della gente. I cani sono sicuramente un successo anche per la folla. Hanno solo bisogno di lavorare ed essere un po’ più veloci nel prendere la palla.

Va detto che il Brasil Open, dopo essersi svolto a Costa do Sauípe, Salvador, Bahia, dal 2012 è stato trasferito a San Paolo. Attualmente fa parte della serie di tornei ATP World Tour 250 series ed è il maggior avvenimento tennistico brasiliano. Un ottimo modo, quindi, per far capire alle persone che anche un randagio con una storia triste alle spalle può essere ancora molto utile, oltre che sicuramente pieno d’amore. Anche perché chi meglio di un cane può che correre dietro una pallina?

Foto Credits YouTube