Cane randagio entra in chiesa e fa sorridere i bambini che ne avevano più bisogno

Un cane randagio è entrato in una chiesa durante la messa e ha fatto sorridere un gruppo di bambini che ne avevano molto bisogno. Così, il prete lo ha lasciato stare

Solo qualche giorno fa, vi abbiamo raccontato la terribile vicenda di un sacerdote che aveva condannato il suo cane a morire di stenti. Un fatto assurdo per una persona normale, ma ancora di più per chi segue (o dovrebbe seguire) i dettami di Dio. Per fortuna, non sempre le cose vanno nello stesso modo. Anzi. A riportare una storia diversa è il sito The Dodo: un cane randagio si è introdotto in una chiesa cattolica boliviana, stiracchiandosi a terra e rotolandosi in un momento in cui c’era la messa e i fedeli si erano raccolti in un momento di preghiera.

Un momento molto serio, quindi, forse serissimo visto il motivo che li aveva ispirati, che grazie all’esibizione non prevista della bestiola si è trasformato in una specie di show ricco di risate. Insomma, probabilmente, in un contesto diverso il cane sarebbe stato cacciato via in malo modo. Ma non là, dove il parroco si è limitato a chiedere di lasciar stare l’animale in pace perché anche lui è una creatura del Signore.

Ed è stato un bene, perché, l’allegria che il cucciolone ha portato è stata talmente contagiosa che anche i bambini malati di cancro (che poi erano il motivo di quella messa speciale) sono potuti tornare bambini almeno per un momento e sorridere alla vita, senza preoccupazioni. Degli effetti benefici degli animali sui malati e sui bimbi è noto ai più e per fortuna anche al sacerdote boliviano che ha pensato che per risollevare per qualche minuto l’animo dei suoi parrocchiani il cane fosse meglio delle sue parole. Certo, una posizione davvero all’avanguardia considerando che nel nostro Paese, a volte, i 4 zampe vengono cacciati addirittura dal sagrato

Foto by Facebook