La storia di Hope, quel che resta di un cane del Sud [FOTO]

Lo hanno chiamato Hope, “speranza”, ed è un cane del Sud. O, meglio, è quel che resta di un cane del Sud. La sua storia ce l’ha raccontata Ambra Giordano, una volontaria di Avellino. Perché come dice proprio Ambra, sono tante le creature indifese alla ricerca di una famiglia e alla ricerca di un po’ di dignità e troppe le emergenze che chi cerca di occuparsi di loro si trova di fronte. “Chi non vive personalmente tutto questo nn può credere che ciò avvenga davvero – dice la Giordano – e invece la storia di Hope è una tra le tante“.

Ma andiamo con ordine. Probabilmente vi starete chiedendo quale animale si nasconda dietro la foto d’apertura e in effetti ce lo siamo chiesti anche noi quando l’abbiamo vista. Perché adesso forse non si vede, ma Hope è un Maremmano di circa 6 mesi, trovato insieme ai suoi fratelli in una provincia avellinese. Avevano circa 50 giorni ed erano stati abbandonati vicino ai binari del treno. Alcune persone del posto li avevano salvati e presi in casa. Come si può resistere a piccoli batuffoli bianchi? “Ma come spesso accade – prosegue Ambra – il batuffolo cresce e ciò che resta non piace più come prima“.

Hope, infatti, è stato ritrovato a distanza di mesi che vagava solo in paese. Scacciato e allontanato da tutti a causa della sua condizione di salute e del suo aspetto malato. Ad accoglierlo i volontari che lavorano con Ambra, che ora lo stanno curando. “Tra qualche mese la sua condizione sicuramente migliore e cercheremo per lui una casa” afferma la Giordano e continua: “Lui è l’esempio di quello che c’è dietro al volontariato: amore, dedizione, costanza. Lui è l’esempio di quello che ogni giorno ci impegniamo a fare per loro. Dal ritrovamento alla partenza quello che si nasconde dietro a tutto questo è un grandissimo lavoro. Un lavoro svolto ai massimi livelli affinché tutti gli animali recuperati possano trovare la loro opportunità“.

Tanti parlano dei cani del Sud – conclude la volontaria – ma pochi sanno davvero cosa c’è dietro a tutto questo“. La terapia di Hope durerà circa 2 mesi. Chi volesse contribuire alle cure o adottarlo può contattare Veronica Passariello dell’associazione Mabello, comune di Cervinara, ‪347.9609784‬.

Foto by Facebook