Nala, la gattina più famosa dei social promuove la sterilizzazione

Si chiama Nala, ha più o meno 5 anni ed è un gatto, anzi, una gattina per la precisione, per metà Siamese e metà Tabby. Probabilmente vi sarà già capitato di vedere il suo musetto in Rete, perché Nala è una micia molto social: su Instagram ha oltre 2 milioni e 300mila follower che seguono quotidianamente le sue imprese, mentre su Facebook “solo” 1 milione e 521mila. Ma come mai questo felino è diventato un vero e proprio fenomeno sul web? Prima di tutto perché è davvero fotogenica e, poi, perché è una grande imprenditrice di se stessa. Nala, infatti, oltre ai profili social possiede un piccolo sito di e-commerce dove vende cuscini, tazze, maglie, cappellini con la sua immagine. Ma non solo, perché buona parte del ricavato raccolto serve a finanziare alcuni rifugi per animali abbandonati, tra cui anche quello dove la sua attuale proprietaria l’ha trovata.

Nala era stata portata nella struttura perché i proprietari precedenti possedevano già troppi gatti e così l’avevano data via. In quel luogo, la piccola si stava lasciando morire. “Nonostante non avessi alcuna intenzione di adottare un gattino quel giorno, quando la vidi, immediatamente sentii dentro di me che eravamo fatte l’una per l’altra – ha detto in una recente intervista al Daily Mail la 27enne Varisiri Mathachittiphan – Il motivo per il quale ho realizzato un account Instagram per Nala è stato il volerla rimettere in contatto con la sua famiglia e con i suoi amici di prima“.

Varisiri non avrebbe mai creduto che sarebbe riuscita ad avere così tanti ammiratori, ma ora ha deciso di sfruttare la popolarità di Nala a fin di bene. Oltre a raccogliere soldi per aiutare gli altri cani e gatti che vivono ancora nei rifugi ha iniziato a mandare messaggi che promuovono la sterilizzazione. “Esistono delle realtà spiacevoli che si verificano nei ricoveri per animali – ha proseguito Varisiri – Nei rifugi americani il 75 per cento degli animali viene soppresso per via del sovraffollamento che vi si crea, ed è per questa ragione che è importante sterilizzare i propri pelosi“.

Foto by Facebook