Premio fedeltà ad Angelo, il cane che ha vegliato la compagna morta in strada

Le sue foto e la sua storia forse vi saranno già note. Perché quelle foto e quella storia hanno fatto il giro del web. Lui, Angelo, un cane meticcio di 4 o 5 anni, era stato trovato in strada, a Vallo della Lucania, in provincia di Salerno, accanto al corpicino di una cagnolina morta, Dasy, sua compagna di vita randagia, uccisa da un’auto pirata. E Angelo, disperato, si era sdraiato accanto a lei e non aveva permesso a nessuno di toccarla per ore, cercando di proteggerla in qualche modo. Oggi, per fortuna, Angelo ha trovato una nuova casa e la sua vita è cambiata. Ma quella dedizione ha lasciato un segno, tanto che è stato insignito del famoso Premio Internazionale Fedeltà del Cane di S. Rocco di Camogli, assegnato ogni anno nella cittadina ligure.

Come hanno raccontato i volontari che si sono occupati di lui e che conoscono bene i cani randagi di Vallo della Lucania, Angelo ha avuto un’esistenza difficile. Nato in strada, vissuto in una lotta costante per la sopravvivenza, tutto ciò che aveva era proprio Dasy, la sua compagna, che amava profondamente. I due animali erano inseparabili. Ma, un terribile giorno, la tragedia: Dasy viene investita e uccisa da un’auto in corsa e lui non l’abbandona. Nessuno riesce a smuoverlo dal ciglio della strada, lui vuole rimanere lì, al suo fianco. Chi era presente a quella scena ricorda ancora con commozione quei momenti.

E una volta riusciti nell’impresa, gli stessi volontari hanno deciso di accudire Angelo per mesi, impedendo che finisse in un canile, al di fuori del loro controllo. Poi, finalmente, il 12 luglio scorso è arrivata per Angelo una richiesta di adozione. Infatti, ora il cane vive ad Aosta con la sua nuova proprietaria, ma la sua storia d’amore vero non è stata dimenticata. Ed è per questo che si è aggiudicato il Premio fedeltà di Camogli. Chi altri avrebbe potuto?

Foto by Facebook