Enpa Torino: i rom distruggono l’ambulatorio sociale

A Torino è accaduto un fatto gravissimo: nella notte di ieri l’ambulatorio sociale Enpa (Ente nazionale protezione animali) di via Germagnano 8 è stato completamente distrutto. Un gruppo composto da una trentina di persone rom, fra cui a quanto pare anche diversi minori, hanno “assaltato” la sede rovesciando gabbie, rompendo macchinari e terrorizzando gli animali che erano ricoverati. Terminata la loro “opera”, secondo quanto affermato in un comunicato ufficiale Enpa diffuso questa mattina su Facebook, il “branco” di vandali è poi tranquillamente rientrato al proprio campo, sotto gli occhi dei carabinieri.

Enpa Torino: i rom distruggono l’ambulatorio sociale

I danni stimati sono altissimi: circa 100.000 euro tra apparecchiature, cibo e medicinali. Inoltre, gran parte della documentazione è andata distrutta per l’allagamento dovuto ai tubi che sono stati letteralmente strappati dai muri. Tale devastazione, sempre secondo fonti ufficiali, era stata preannunciata da diverse intrusioni denunciate negli ultimi mesi (oggetto anche di diverse interpellanze comunali). Eppure né il Comune, né la Prefettura sono riusciti a porvi rimedio. Questo, dice l’Enpa, è stato un vero e proprio attentato alla tutela degli animali, che è indicatore di civiltà in ogni società civile che si rispetti.

enpa pezzo
enpa pezzo 2
Le forze dell’ordine, inoltre, sono intervenute solo per verbalizzare i danni, il che secondo l’Enpa è inaccettabile: “Preso atto che le Autorità preposte non sono in grado di garantire l’ordine pubblico né l’integrità della struttura e degli eventuali ennesimi ripristini, né la sicurezza a dipendenti, volontari ed animali ospiti – prosegue il comunicato – nei prossimi giorni si provvederà all’evacuazione della struttura, il cui futuro dipenderà da atti concreti e non dalle parole del buonismo politicamente corretto“. Quello che rimane è, quindi, l’amaro in bocca per una situazione che si sarebbe potuta evitare, una sconfitta per la civiltà di una città lasciata in balia di “invasioni barbariche”. Se volete dare una mano, magari adottando uno dei poveri animali rimasti senza riparo, potete inviare una mail a torino@enpa.org o visitare il sito www.enpatorino.com.

Foto by Facebook