Il cane ha paura di viaggiare in auto: cosa fare? I consigli di Angelo Vaira

I cani cosiddetti “civilizzati”, ovvero quelli che vivono con in città e negli appartamenti, devono riuscire a salire in automobile senza paura. Perché per i proprietari spostarsi in macchina, anche solo per andare a fare la spesa o semplici commissioni di tutti i giorni, è diventata un’abitudine irrinunciabile e, a volte, anche necessaria. Come fare, quindi, se il nostro amico a quattro zampe teme l’auto? La risposta ci arriva ancora una volta dal dog coach Angelo Vaira (qui potete leggere la sua intervista esclusiva per Velvet Pets) nel suo libro Dritto al cuore del tuo cane.

Per prima cosa, per far sì che l’animale familiarizzi con i viaggi in auto (anche quelli brevi) è bene che lui li associ ad attività positive e divertenti. Ad esempio, se siamo soliti portare in cane nella nostra vettura solo quando lo portiamo a fare il controllo da suo veterinario, è chiaro che lui finirà con l’associarlo con una cosa negativa e quindi sarà assai improbabile che una volta di fronte la portiera del bagagliaio decida di entravi dentro con un bel balzo.

Se volete, dunque, bilanciare questa tendenza, è bene abituare Fido fin da cucciolo (ma anche nel caso stessimo parlando di un cane adulto) a salire in auto per svolgere attività divertenti, come una bella scampagnata, magari che coinvolgano tutta la famiglia compreso lui. Ricordate, inoltre, di far salire il cane in auto quando è ancora spenta: il rumore del motore e il tremolio della vettura potrebbero spaventare un cucciolone già impaurito ancora di più.

Una cosa che potrebbe aiutare ancora di più il vostro amico peloso potrebbe essere il suo giocattolo preferito, ma anche la già citata “copertina magica“, ovvero quella coperta simbolo di tranquillità che aiuta a calmare anche i cani più agitati. Infine, se il “trucchetto” non riesce alla prima battuta non dovete scoraggiarvi. Anzi. E’ bene provare e riprovare. Con pazienza ed esercizio vedrete che presto il vostro cane amerà spostarsi in auto almeno quanto voi!

Foto by Facebook