Gatti: 4 cose che noi facciamo, ma che a loro non piacciono

Molto spesso, ci viene naturale pensare ai gatti come esseri indipendenti, autonomi, che non hanno mai troppo bisogno del nostro sostentamento e delle nostre attenzioni. Ma non è così. Anzi, questi animali vivaci e intelligenti sono molto attaccati alle loro abitudini e ai loro proprietari. Solo che lo dimostrano in una maniera diversa da quella del cane e, per certi versi forse, meno evidente. Per questo, se volete instaurare con loro un buon rapporto fin da subito, ci sono alcune cose che dovete assolutamente evitare. Scopriamo insieme quali sono.

Gatti: 4 cose che noi facciamo, ma che a loro non piacciono

Primo: lasciarli molte ore da soli. Sebbene alcuni gatti amino esplorare il territorio circostante alla loro abitazione e trascorrano volentieri periodi fuori in solitudine, quando sono in casa preferiscono la presenza del proprio compagno “umano”. Per questo, non lasciateli troppo tempo chiusi nell’appartamento. Ne va della loro salute e di quella dei vostri mobili!

Secondo: non parlargli mai. Se è vero che con i cani è meglio usare la gestualità e il linguaggio del corpo, è altresì vero che molti amici felini usano la “voce” (i miagolii) per richiamare la nostra attenzione e lo stesso pretendono da noi. Inoltre, è “buona creanza” salutarli quando si entra o si esce di casa, oppure chiamarli quando è pronto “in tavola”. Meglio se poi, quando vi rivolgete a loro, cambiate il tono di voce e, nel momento delle coccole, create un vezzeggiativo al posto del loro nome. Loro apprezzeranno moltissimo.

CANI: 4 COSE CHE NOI FACCIAMO E CHE LORO NON AMANO

Terzo: prenderli in braccio. Meglio evitare di prenderli su pensando di far loro una gradita, solitamente, infatti, a mici e micetti non piace essere presi in braccio, a meno che non siano loro stessi a deciderlo.

Quarto: rimproverarli per aver fatto uscire i sassolini dalla loro cassettina. Infatti, per evitare che i gatti prendano in antipatia il luogo dove devono espletare i loro bisogni (e che quindi finiscano per farli in giro per la casa), è meglio non disturbarli mai quando la usano o mentre stanno scavando per fare un po’ di “pulizia”. E, tanto meno, bisogna usare la cassetta per bloccare i mici, magari per poi portarli dal veterinario. Infine, ricordate: se avete più gatti, ci vogliono più cassette, almeno una a testa.

Foto by Facebook