John Boy, un cane rifiutato per tre volte, salva la vita alla sua ultima padrona

Di storie di cani che salvano la vita ai loro padroni nel panorama letterario ne abbiamo viste molte. E tutte ci hanno commosso, a cominciare da Zanna Bianca, passando per Lassie e Belle & Sebastien. Eppure quella di John Boy è diversa. E non solo perché è vera. Lui è un esemplare capace di amare come nessun altro. Perché dopo un passato di abbandono e maltrattamenti (è stato adottato e riportato in canile da ben 3 famiglie diverse) è stato comunque in grado di ricominciare una vita nuova accanto a Krystal.

Ed è proprio per l’immenso amore che nutriva per Krystal che è finito sulle cronache dei giornali americani. Lei era svenuta mentre si trovava fuori casa in un giorno d’inverno e John Boy, una volta accortosi del malore della donna, è corso subito fuori a cercare aiuto fin quando, per fortuna, ha trovato un poliziotto.

A raccontare alla stampa dell’impresa eroica di quel Labrador Retriever nero è stato proprio l’agente Jeff Gonzalez, in stanza al Dipartimento di Germantownsi, in Wisonsin. L’uomo ha detto che il cane aveva attirato la sua attenzione scodinzolando e abbaiando finché lui, incuriosito, non era poi sceso dalla sua auto pattuglia. Quindi il cucciolone aveva iniziato a correre in direzione della padrona svenuta, sempre assicurandosi di essere seguito.

ROMEO, CANE GUIDA AVVELENATO

Quando è arrivato sul posto, Gonzalez ha visto la donna accasciata su una sedia fuori dalla sua porta di casa. Era in pigiama, le sue labbra erano blu ed era ghiacciata. In un primo momento ha pensato che fosse morta, ma poi si è accorto che respirava ancora. John Boy, quindi, non si è solo dimostrato solamente un cane intelligente, ma soprattutto un animale con un grandissimo cuore. Perché tre rifiuti nella vita di un cane sono tantissimi, eppure non gli hanno fatto dimenticare la riconoscenza verso il genere umano.

Foto by Facebook