Cocker spaniel, un compagno di avventure dolce ed esuberante

I cocker spaniel hanno origine in Gran Bretagna, dove nell’800 venivano utilizzati nella caccia, soprattutto da famiglie aristocratiche. Capaci di lavorare nei boschi, in terreni ampi e con presenza d’acqua, i cocker ottennero sempre maggior successo fino al riconoscimento della razza, nel 1893, da parte del Kennel club. Il cocker è un cane di taglia piccola e può presentare fino a 18 sfumature di colore.

LAGOTTO ROMAGNOLO, IL PERFETTO CANE DA TARTUFO

ASPETTO: Taglia piccola, orecchie lunghe e ricoperte di pelo. Occhi marrone scuro o chiaro ma mai azzurri. Il pelo è morbido, setoso, non riccio. L’espressione è molto dolce ma anche allegra e spigliata. Il peso varia dai 12 ai 15 kg, il torace è ampio e robusto. Punto debole sono gli occhi, che spesso lacrimano e hanno bisogno di cure particolari. Allo stesso modo bisogna spazzolare spesso il pelo, per mantenerlo morbido e lucente.

TEMPERAMENTO: Vivace, allegro, esuberante, ha sempre molta voglia di correre e giocare. Adatto ai bambini, si lascia strapazzare e riempire di coccole; per la sua voglia di movimento è ideale anche per gli sportivi, con cui può condividere la vita all’aria aperta. Molto affettuoso, non ama stare solo. Essendo una razza molto energica ha bisogno di fare molta attività per stancarsi ed essere felice: non è adatto alle persone sedentarie e pigre.

IMPIEGO: Usato per cacciare la selvaggina. E’ molto utile anche per la pet therapy, proprio per il suo carattere dolce e accomodante.

CURIOSITA’: Il cocker ha una data di nascita fissata nel 1879, anno in cui un maschio di nome Frank venne fatto accopiare con Venus, dando origine a Obo, quello che viene ufficialmente considerato il primo cocker spaniel. Il cocker, per il suo carattere dolce e affettuoso, è una delle razze più rubate.

Photo by Facebook