Igiene orale per i cani di piccola taglia: lo spazzolino è fondamentale

Lo spazzolino per i cani di piccola taglia è obbligatorio? Non proprio, ma sarebbe comunque consigliato per una corretta igiene e per prevenire i disturbi orali. Secondo una ricerca – condotta dal centro Waltham su un campione di 52 schnauzer nani per un periodo di 60 settimane e pubblicata su Bmc Vet Research – se non si usa lo spazzolino, i problemi dentali aumentano rapidamente, con la probabilità di aggravarsi di più con l’avanzare dell’età. La situazione è quindi più seria di quello che si può immaginare: “I risultati di questa ricerca – ha dichiarato il Dott. Stephen Harrisci hanno permesso di comprendere meglio come si originano ed evolvono i disturbi dentali, rimarcando l’importanza di una corretta igiene orale soprattutto quando i nostri cani invecchiano“.

Igiene orale per i cani di piccola taglia: lo spazzolino è fondamentale

La maggior parte degli amici a quattro zampe senza un’assidua pulizia orale ha accusato i primi disturbi parodontali dopo sei mesi, mentre quelli di età superiore ai quattro anni anche prima. Lo studio ha dimostrato anche che la parodontite – ovvero quella malattia infiammatoria che può provocare una graduale perdita dei denti – si diffonde indipendentemente dai possibili segnali visibili di gengiviti (interpretati da sempre come fase iniziale del problema). “La maggior parte dei padroni si limitano ad aprire la bocca ai loro cani – ha continuato Harris – e a osservarne le gengive per farsi un’idea della loro salute dentale, ma così facendo rischiano di trascurare degli importanti campanelli d’allarme per questo tipo di patologie”.

Questa ricerca vuole quindi incoraggiare i padroni ad avere una routine abbastanza regolare di igiene orale per i loro animaletti: oltre allo spazzolamento, si dovrebbero usare anche snack dentali da masticare e bisognerebbe fare più frequentemente dei controlli veterinari. “Ci teniamo a sottolineare – ha concluso – che queste sono le norme consigliate per tutelare la specie, ma sicuramente sono i cani di piccola taglia, come lo schnauzer nano, quelli più esposti al rischio di malattie dentali“.

Foto by Facebook